31/07/12

La Casualità di un incontro...una nuova amicizia

Tra i miei amici che mi seguono avevo una carissima ragazza di nome Giorgia  con un suo bellissimo blog ..voglia di parlare....che poi dopo un sondaggio ha deciso di cambiare in  sos-pensamentos.
Ogni tanto vado a curiosare tra gli avatar dei miei amici se è presente qualche amico nuovo perchè non tutti lasciano il commento di essersi aggiunti e quindi dare a loro il mio benvenuto dal loro blog.
L'avatar Giorgia non c'era più, anzi ne dovevamo essere due ma all'improvviso sono scomparsi e, dopo verifica sono risultati rimossi sia i suoi blog che il  relativo recapito email.... e  qui nasce la casualità di un incontro.....
Il suo indirizzo mail con il suo nome risultava avere una "Y" anzichè la tradizionale "i" e quindi pensando che forse sia stato un errore di salvataggio o altro l'ho cambiato manualmente ed ho avuto il piacere di incontrare un altra GIORGIA che ha un bellissimo sito e che crea gioielli d'argento anche su commissione e li spedisce in qualsiasi posto voi vogliate inviare un piccolo presente.
Sono gioielli molto particolare eseguiti in "Tecnica Wire" e naturalmente l'ha chiamato  Fili d'Argento perfetto per il suo lavoro.
Ho il suo permesso di riportare qui alcune foto dei suoi lavori che ho scelto a mia discrezione e vi invito ad andare a curiosare perchè tutti sono molto belli e potrete vedere che lei è stata citata anche su alcune riviste molto conosciute oltre ai vari riconoscimenti avuti per i suoi lavori. Le foto non sono grandi ma se cliccate sopra queste s'ingrandiscono in un altra pagina.


orecchini con Fiocchi di neve e Strass Swarvoski sempre in Argento 925°/°°
Pendente "Ragnatela con Ragno" Halloween Wire Argento 925°/°°
 Anello con iniziale "M" ...questa volta sempre con la stessa tecnica e argento 925°/°°

I lavori sono tanti io ho scelto a caso i primi che mi sono paciuti e diversificati cioè collana e pendente, orecchini e anelli. Cosa dire di più....nulla solo che merita una visita ed inoltre tenete presente che è una ragazza giovanissima e quindi diventerà sempre più brava.
Ovviamente tutti gli oggetti sono in vendita basta contattarla per qualsiasi cosa anche richieste particolari se volete fare un regalo a qualcuno che vi stà molto a cuore, per una ricorrenza, ecc. fate voi, e, dimenticavo era una blogger cioè una di noi che poi è passata per necessità al sito citato.

Ciao a tutti e ciao Giorgia grazie del permesso.


PS.
Agli amici che mi leggono vorrei chiedere se per caso qualcuno conosceva virtualmente la Giorgia di cui non trovo traccia e se anche dai loro blog è sparita. Nel caso che qualcuno abbia qualche recapito diverso di email che non sia "gmail" di contattarla e chiederle se per caso lei non sa che i suoi blog ed email sono scomparsi.
Grazie.

30/07/12

La pasta attraverso l'Italia

La pasta, per eccellenza che rappresenta l'Italia sono gli spaghetti. Il condimento più usato è il pomodoro oppure cacio (formaggio) e pepe. Poi ci sono i vari ragù di carne e verdure ed altre varianti esclusivamente regionali. I formati di pasta fresca o secca con o senza uova sono un infinità.
In ogni regione esiste quasi un culto per la pasta e, sia le procedure per la lavorazione, gli attrezzi usati talvolta anche molto antichi per quelle regioni nel cui interno usano ancora artigianalmente farli a mano, le storie e/o leggende legate sia ai formati che alla lavorazione rappresentano uno spaccato di storia nella storia della nostra Italia.
Tutto questo, salvo per quei formati che hanno avuto la fortuna di essere prodotti su larga scala industriale e quindi conosciuti su tutto il territorio non solo in loco, per tutti gli altri invece è quasi impossibile conoscerli a meno che per ragioni di lavoro, vacanze o altro non abbiamo avuto la magnifica opportunità di conoscerli e gustarli.

Girando con il mio caravan in estate per l'Italia, ho potuto conoscere e  gustare vari tipi di pasta con i loro condimenti e, tornata a casa però non ho potuto farli conoscere agli mici per mancanza della materia prima: la pasta!!
Per poter scrivere questo post e poter  fare il giro in Italia seguendo la via dei formati di pasta più conosciuti aggiungendone altri poco conosciuti, sono andata come il mio solito a curiosare un pò di qua un pò di la.
Molto mi è stata d'aiuto la TV, il web e la mia raccolta personale di ricette ritagliate nel corso degli anni da tutti i giornali, riviste ecc. che occasionalmente trovavo.
L'elenco per regione che ne consegue racchiude solo una minima parte di tutta la pasta fresca o secca nei suoi vari formati lunga, semicorta, corta, da brodo o solo asciutta, per timballi ecc. ed i loro relativi condimenti, in quanto ci sono delle regioni la cui produzione è legata alla loro stessa storia e  impossibile da riassumere. Esiste così tanto materiale da poter stampare molti  libri (tanti sono già stati stampati) direi  uno per regione senza aggiungere ulteriori libri  per raccogliere anche le produzioni solo locali di alcune città  che  nulla hanno a che fare con la regione stessa alla quale appartengono.

Le regioni qui raccolte sono 17.


Piemonte
I più famosi sono i tajerin fatti con tantissime uova fino a 20 tuorli per 1 kg di farina e sono sottilissimi. Nella vicina Valle d'Aosta sono diffusi i cannelloni e tagliatelle.

Veneto
La pasta più famosa del Veneto i bigoli simili ad uno spaghetto ma grossi, molto lunghi e ruvidi per trattenere il sugo prepati con farina di grano tenero oppure con la farina saracena e con l'aggiunta di uova. Il sugo per eccellenza per questo tipo di pasta è fatto con le acciughe (alici sotto sale oppue sarde ovvero la sardella) disciolte nell'olio con la cipolla..... un sugo a dir poco delizioso. Ci sono anche i piccoli sedanini rigati del Vicentino conditi con ragù di rigaglie.

Friuli Venezia Giulia
Piccoli quadrati di pasta avvolti attorno ad un grande ago o cucchiaio di legno sono i fusi mentre si usa ancora la pasta grattata ovvero un impasto sodo che viene grattato o sbriciolato con le dita. Questi due tipi di pasta litrovate anche nel veneto.
Se trattasi di un impasto morbido si usa un attrezzo bucherellato dalla quale pigiando sull'impasto cadono nel brodo dei pezzetti irregolari di pasta chiamata pasta buttada ovvero gettata.
Vivendo in questa regione, posso dire che la Venezia Giulia non ha formati personali mentre il Friuli crea con la pasta dei dischi di varie forme che vengono riempite con impasti vari anche dolci non solo salati.

Lombardia - Trentino Alto Adige

29/07/12

COMUNICAZIONE A TUTTI GLI AMICI PRESENTI E FUTURI

Vorrei informare tutti i miei lettori presenti e futuri di un malfunzionamento del mio blog alla quale non so dare alcuna spiegazione e pur avendo chiesto in giro nessuno mi sa dare una risposta.
C'è stata un amica blogger che ha avuto un problema simile ovvero non riesce più a vedere gli avatar dei suoi lettori mentre io ho un problema inverso e cioè...

QUANDO MI AGGIUNGO COME LETTORE NEI BLOG DI AMICI NESSUNO MI VEDE. AUMENTA IL NUMERO DEI FOLLOWERS/LETTORI MA NON SI SA CHI E' QUESTO NUOVO AMICO

Vi posto delle immagini per farmi capire meglio e prendo l'esempio del blog dell'amica  Dolcigusti   alla quale mi sono aggiunta come follower...





e come vedere la mia foto è grigia mentre prima si vedeva il mio avatar KLIMT e dopo aver cliccato su segui questo blog è arrivata la conferma





che è la conferma che sono  sostenitore di "Dolci Gusti" e quindi chiudo perchè poi dovrei apparire con il mio avatar nella pagina dei sostenitori di questo blog

e come potete vedere sono rimastra "grigia" e quando clicco su "chiudi" nella opzioni come sempre fatto e vado a vedere se sono stata aggiunta....



da tutti questi grigi aggiunti che passando con il mouse si legge il nome del "lettore" io non ci sono in nessuno nè quelli in grigio ne quelli che si vede l'avatar.



Quindi l'amica del blog non sa che io mi sono aggiunta e se io non lascio un commento avvisandola che sono diventata una sua sostenitore/lettore/amico o come lo volete definire, lei non lo saprà mai.

Questo mi è accaduto dopo che ho accettato di aderire a GOOGLE+ (plus) il nuovo ma non troppo Social Network aggiuntivo di Google simile a Facebook alla quale tantissime blogger hanno già aderito.
Da quel momento ho avuto questi problemi.
Ho pensato che eliminando la mia iscrizione, come fatto, il problema potesse essere risolto ma purtroppo non è così.

Questa mia comunicazione vuole essere un avviso per coloro che hanno l'idea di aderire di stare attente.
Alcune amiche blogger dopo che hanno aderito non è stato possibile aprire il loro blog ad esempio tramite il loro avatar in quanto GOOGLE+ diceva che non essendo io iscritta a questo circuito il blog non lo potevo vedere perchè non ero  in condivisione. Con alcune abbiamo risolto con altre purtroppo non riesco a vederle a meno che non siano anche su Facebook nel qual caso ci leggiamo tramite questo Social Network.
Spero che qualcuno mi possa suggerire qualcosa.
Ho anche chiesto al forum di blogger ma sarà molto difficile ottenere un aiuto, per esperienza, tutte le volte che ho chiesto qualcosa non ho mai avuto alcuna risposta.

Vi ringrazio dell'attenzione e spero che la mia esperienza possa essere utile.

Ciaoo a tutti e grazie dell'attenzione.

28/07/12

Memorizzare le password sul PC

Io non so voi ma io sono piena di password e di indirizzi email.
Sicuramente vi chiederete ma che ci faccio io con tutto questo???? Semplice, voglio avere le cose divise e quindi tengo complessivamente 4 account.
Gmail mi serve in prevalenza per il blog e per le tesserine punti che ti danno nei supermercati che freguenti più spesso;  uno lo uso per i siti che richiedono la registrazione per poter scaricare programmi, video o tutorial che mi servono;  uno l'uso esclusivamente per le iscrizioni nei forum o riviste informatiche che danno la possibilità di avere programmi in offerta gratuiti purchè vengano scaricati online e/o registrazioni provvisorie tipo spazzatura e,  l'ultimo, è il privato che mi serve per ...la famiglia e pochi intimi !!!
Purtroppo, nonostante i miei accorgimenti sono tutti pieni di posta spazzatura e non ce niente da fare....
Di conseguenza ho un sacco di password anche se tento di usare sempre la stessa per non dimenticare ma non sempre è possibile e pur prendendo  nota cartacea mi trovo a dover richiedere più volte una nuova pass e di conseguenza sono sempre più incasinata.

Questo programma che ha trovato il solito "instancabile cercatore Vinnie" mi viene proprio a fagiolo.
Trattasi di un programma free e non serve nemmeno l'installazione e si chiama :  PAULT 


E' molto facile da usare e l'unica cosa che vi raccomando non dimenticate la pass generale che avrete dato al vostro lucchetto altrimenti dovreste ritornare a reinserire tutto e se nel frattempo avete cestinato il cartaceo allora....poveri noi !!!!!!

La spiegazione data come al solito è chiarissima ed inoltre sulla stessa pagina troverete un altro link attivo che vi porterà ad un post precedente con l'indicazione di un altro piccolo programma sempre FREE e quindi potete scegliere. Io Pault lo ritengo molto semplice da usare e la  pagina di Guidami è  QUI

Spero di essere stata utile anche questa volta segnalando un programma che può tornare utile a tutti noi.
Ciaoooo

PS.
Un nota ridicola, ho messo un sacco di password in questo programma e....non trovo più quale sia la PASS usata all'inizio prima di immetterle e quindi devo ricominciare e per fortuna che non ho cestinato il cartaceo di quelle immesse nel programma........NON FATE COME ME salvatela bene.

26/07/12

La Fregola

Mi scuseranno le amiche blogger che hanno postato ricette con la "fregola" ed hanno avuto anche i miei commenti ma io non trovo ma.....non mi ricordo più nemmeno quali e chi  erano...sarà l'età o stà arrivando il rinco....totale ?????

Combinazione ho trovato su un giornale (quale?) un articolo che parla della Sardegna e di questa "fregola" che esiste di tre grandezze:
- fine per le minestrine
- media per accompagnare sughi (dicono arselle) o comunque frutti di mare
- grossa che è adatta ai piatti asciutti da mescolare con verdure, ecc.

In questo stesso articolo è indicato come farlo a casa. Dall'ingrediente principale deduco sia per fare la grandezza "fine" in quanto ritengo che le proporzioni per la media siano metà e metà mentre per la grossa le proporzioni completamente invertite.

 questo sono da questo articolo che non so onestamente a quale rivista appartenga

I piccoli agglomerati di fregola - foto da Wiki


Ingredienti
1 kg di semola fine
200 gr di semola grossa
2 uova
1 bustina di zafferano

In una ciotala rompete le uova, aggiungete lo zafferano ed 1 litro di acqua a temperatura ambiente e mescolare energicamente.
Versare la semola grossa in un recipiente rotondo con i bordi non tanto alti ed il fondo il più possibilmente piatto. Versate un cucchiaio di liquido alla volta amalgamando il tutto con le mani, movimenti circolari senza pressare. Quando si saranno formati dei piccoli agglomerati fate cadere a pioggia un pugno di semola fine e continuate a mescolare alternando con il liquido fino a raggiungere la grossezza desiderata ovvero un agglomerato come una pallina che in questo caso sarà piccola. Questi agglomerati assomiglieranno a quelle della suindicata foto solo che quelle palline rappresentano la grandezza GROSSA.
In una teglia o sulla stessa leccarda coperta da carta da forno, stendete la fregola ottenuta (ovvero le palline) e mettetela in forno a 100 gradi per 30 minuti per farla asciugare. Dopo aumentate il calore del forno fino a 180 gradi per far dorare la fregola facendo attenzione che non si bruci, deve diventare dorata.
La fregola così preparata vi durerà per 12 mesi.

Ovviamente per ottenere una fregola media 500 gr di semola fine e altrettanto di grossa e la grandezza ottenuta sarà la metà dell'immagine, mentre per una grossa dovrete utilizzare 1 kg di semola grossa e 200 di semola fine e le palline saranno grandi.
Se volete aumentare i quantitativi dovrete aggiungere anche uova e zafferano radoppiati ovviamente scegliendo se fine, media o grossa.

Io mi auguro che le mie amiche sarde mi leggano e se ci sono errori siano cosi gentili da correggere in quanto io ho solo riportato quando descritto in quest'articolo.
Se nessuno dice nulla, me la faccio anch'io :DD

Ciaooooo


25/07/12

Barcola ..il suo lungomare a Trieste

Avevo già fatto un post nel 2010 per ferragosto parlando sia di come è nata questa "Festa ferragostiana" il link  QUI  e del lungomare di Barcola che porta verso il famoso Castello di Miramare.
Far capire la mentalità dei "triestini" verso la "tintarella"- credo i più sfegatati d'Italia non è facile. Anche  d'inverno vanno al mare al famoso "Pedocin" che è aperto tutto l'anno, per mantenere il colore acquisito.
Inoltre,  prima di andare al mare si deve fare qualche lettino per non arrivare "bianchi" e farlo per mantenere il colore il più lungo possibile....
Putroppo esiste anche il lato negativo in merito ai "melanomi" ovvero i cosidetti "nei" della pelle che dicono sono causati per la maggioranaza dei casi all'esposizione solare sopratutto nelle ore più calde. Ma, i triestini, alla pausa pranzo invece di andare a casa o altro preferiscono andare al mare per la tintarella e quindi nelle ore peggiori.....lo facevo anch'io ed inoltre la distanza tra il mio ufficio e l'Ausonia era di 5 minuti.

Propongo quindi una carellata di foto che ho preso dal web con google immagini come pure i due filmati

Per prendere posto sugli scogli che vedete in basso e posto macchina sulla strada parallela si va già alle 7 di mattina.....

 Una parte del lungomare - scogliera in inverno

 Sempre lungomare ci sono anche strutture per spogliarsi, cambiarsi ecc. e questi si chiamano Topolini e ogni estata viene eletto Mr. e Miss Topolini

 Una delle rare spiagette lungomare con sasetti e leggermente degradante quindi si inizia con l'acqua bassa ideale per i bambini mentre  per gli altri punti di cui sopra si va subito nell'acqua alta scavalcando gli scogli e quella sotto è l'altra - noterete che a fianco c'è la passeggiata e parallela alla stessa la strada di traffico una delle più trafficate




Una veduta del lungomare dall'alto


 

Questo è un video dei primi tuffi a primavera ovviamente acqua gelata......i triestini!!!!!!
un giorno prima dell'arrivo della  primavera....


 

Trieste - il fascino del suo lungomare  

Qualcosa di più su Barcola - Trieste  QUI
Come potrete notare tutto il lungomare coperto all'inizio della passeggiata anche da un boschetto di pini impiantati tanti tanti anni fa dagli americani con una bellissima fontana 


Spero che lo troviate interessante ciaooo a tutti

24/07/12

Messaggi d'errore dal Web

Ogni tanto metto ordine sulla mia scrivania......


...questa è la mia postazione sottotetto, la sedia vuota con il cuscino è la mia l'altra vicino è del marito...e non vedete la mia scrivania troppo alte le cartaccie che la stampante copre parzialmente.
Dicevo, mettendo in ordine ho trovato un vecchio ritaglio che avevo conservato da una rivista di informatica in merito ai messaggi d'errore che arrivano ogni tanto quando il vostro browser ......IE8, Firefox, Chrome ecc. non riescono a caricare la pagina richiesta e si diventa matti a capire cosa vogliono dire questi messaggi.
Ebbene vediamo se riesco a metterli qui per benino...

401 - Unauthorized
Vi viene comunicato che non siete autorizzati a visualizzare la pagina richiesta perchè forse vi siete dimenticati di inserire correttamente la pass o quant'altro è richiesto per accedere

403 - Forbidden
Non è permesso accedere alla cartella o pagina web in quantro l'amministratore del server ha deciso quale e quando utenti posso accedere e per questo non è risolvibile non dipende da voi ne dal pc ne dal browser che usate

404 - Not Found
La pagina richiesta non esiste più oppure è stata cambiata oppure avete digitato malamente l'indirizzo. E' il caso di riprovare ma se insiste vuol dire che la pagina effettivamente non esiste o non esiste più.

408 - Request Timeout
Se la pagina dal vostro browser non viene caricata in un determinato tempo usualmente richiesto per i siti corrmerciali, venite avvisati come errore 408. E' il caso di ripetere e ricaricare la pagina con il segno preposto alla ricarica o ridigitando l'indirizzo.

502 - Bad Gateway
In questo caso il serve svolge funzione di "gatway oppure proxy" ovvero fa da ponte tra il vostro client ed il server che ospita la pagina che volete visitare e se ha ricevuto una risposta non ritenuta valida non è in grado di caricare i dati necessari.

503 - Service Unavailable
Questo è forse l'errore che appar spesso e ci dice che il server non è in grado di rispondere. I motivi principali sono legati all'eventuale disconessione dalla rete per una manuntenzione oppure, quella più probabile, è in sovraccarico di richieste di accesso e quindi la pagina richiesta da tanti non riesce a farla visualizzare. E' meglio riprovare dopo un pò in attesa che il traffico rallenti.

504 - Gateway Timeout
E' più/o meno come il "Bad Gateway" praticamente il server fa da ponte e non ricevendo la risposta in tempi prestabiliti non è in grado di caricare la pagina.

Infatti in questi giorni ho spesso l'errore 503 e quindi è stato un bene ritrovare questi appunti mi sono serviti a rinfrescarmi la memoria e spero vi tornino utile.
V'informo inoltre che quando ricevete questi segnali e fate ricerca sul web su cosa significa, troverete anche delle istruzioni su come aggirare il problema e possibilmente trovare una soluzione alla causa dell'errore.

Ciaooo a tutti

22/07/12

Fantasia nel sorbetto....

Mi permetto di riproporre un sorbetto che avevo postato quasi un anno fa e mi sembra molto attuale visto il periodo e l'ho esattamente rifatto proprio questa sera.
Era una ricetta presa da uno dei tanti ritagli di giornale che qua e là raccolgo ma che poi non eseguo mai ma devo sempre fare le variazioni a secondo degli ingredienti che in quel momento sono di mio gradimento e a secondo dei commensali (famiglia o amici).
Quindi, la ricetta diventa rivisitata.
Per spezzare l' attesa tra l'antipasto ed il primo ho deciso per un intermezzo quale un sorbetto.
Il gelato ed i sorbetti si possono fare anche senza l'apposita macchina e sono buonissimi anche se leggermente diversi come mantecatura.
Sia gli uni che gli altri non sempre devono essere dolci ma possono anche essere quasi salati ed accompagnare dei piatti di carne o pesce in qualsiasi portata dall'antipasto al contorno.

Il mio sorbetto rivisitato
Ingredienti per 3-4 persone

2 bicchieri d'acqua colmi
2 limoni grandi
1 lime
75 gr di zucchero
1 albume
3 rametti di rosmarino
1 peperone (scegliete voi se rosso-verde-giallo ed il sorbetto assumerà questo colore)
1 pizzico di sale
1 cucchiaino scarso di peperoncino piccante (potete sostituire con 2 gocce di Tabasco)
1 goccia di salsa Worcester (se non l'avete aumentate il peperoncino)

Procedimento

Fate bollire nell'acqua i rametti di rosmarino per 10 minuti. A parte cuocete in acqua il peperone pulito fino a quando riuscite a pelarlo ma che non diventi troppo tenero.
Filtrate l'acqua dal rosmarino e verificate che il quantitativo sia esattamente l'equivalente di 2 bicchieri se inferiore aggiungete dell'acqua.
Pelate il peperone e tagliatelo a piccoli pezzi (se non vi riesce di pelarlo tutto non fa nulla in quanto con la cottura la pelle è diventata teneressima).
Frullate il peperone con l'acqua al sapore di rosmarino, aggiungete 75 grammi di zucchero che si scioglieranno subito e fate raffreddare. Aggiungete poi il succo del limone, il lime e tutti gli altri ingredienti indicati ma non l'albume
Assaggiate se sufficientemente piccante e salato e traferite il tutto in una terrina possibilmente di acciaio e ponetelo nel congelatore.
Ogni 30 minuti mescolate in modo che i cristalli di ghiaccio si amalghino con il resto del liquido. Ripetete l'operazione per circa 2 ore (forse anche più dipende dal vostro congelatore).
Prima che si cristalizzi del tutto, aggiungete l'albume dopo averlo leggermente montato con la forchetta con un pò di sale. Amalgamate e rimettete nel congelatore fino  quando sarà cristalizzato e compattato.
Servitelo come intermezzo tra una portata e l'altra oppure come accompagnamento ad un carpaccio di pesce o di carne o altro a vostro piacere.

Potete modificare gli ingredienti principali quali rosmarino e peperone e farlo del solo sapore dell'uno o dell'altro oppure al pomodoro, al sedano con carota, ecc. Potete anche aumentare le dosi del piccante a vostro piacere o toglierlo del tutto dipende da come volete utilizzare il vostro sorbetto.

Non ho fatto la foto del mio sorbetto ma  metto qui quello trovato su Wikipedia che è dolce e di frutta


PS.
Il sorbetto sarebbe il progenitore del gelato. E questo è il link diretto per conoscere la storia  Sorbetto

Ciaooo

20/07/12

PESCE VELA

No, non sono impazzita ma mi ha incuriosito sapere qualcosa di più su questo pesce dopo avere sentito ad un trasmissione una sua particolarità......sembra sia il PESCE PIU' VELOCE IN ASSOLUTO E RAGGIUNGE I 90 KM QUANDO DEVE SFUGGIRE CON UN GUIZZO





Tutte foto dal web

E' un pesce simile al pesce spada, preda ambita dai pescatori d'altura che,  preso con la lenza,  devono ingaggiare un combattimento per riuscire a tirarlo a bordo. La sua pinna dorsale può raggiungere 1,50mt. di altezza e quindi lasciandola a pelo d'acqua il vento favorisce la sua velocità.
E' anche molto apprezzato per la sua carne e  per il suo fegato ricco di vitamina A.

Da Wiki traggo quest'informazione

È un marlin simile al pesce spada ma  rispetto a questo presenta comportamenti meno aggressivi.
Il corpo è allungato, leggermente compresso ai fianchi, e si assottiglia verso la coda, fortemente bilobata e rigida. Dietro la testa, dotata di mascelle allungate e appuntite a mo' di lancia, si erge una lunga pinna dorsale che può misurare fino a 1,5 metri di lunghezza (circa il doppio dell'altezza del corpo) ed alla quale l'animale deve il nome comune: le pinne pettorali sono lunghe e a forma di falce. Nonostante tenda a nuotare a velocità piuttosto basse, raggiunge nello scatto la velocità di 90 km/h, secondo in questo solo alle grandi specie di Marlin.
La sua livrea presenta un bruno o nero, testa e fianchi grigiastri e ventre chiaro, bianco argenteo. Inoltre ha la facoltà di rendere il colore della pelle più chiaro o più scuro, a volte facendo comparire delle striature verticali sul dorso, a seconda dello stato d'animo.

 Mi sono soddisfatta una curiosità e spero lo troviate interessante anche voi.

Ciao a tutti.

18/07/12

Antivirus in aggiunta a quello già installato

Carissimi, premettendo che non troverete solo ricette in questo mio blog, mi auguro che continuerete a seguirmi  ugualmente sperando che con questa varietà di potervi essere  utile per qualche ritrovamento di "chicca" che forse avreste voluto avere o avete sentito parlare ma non il tempo per cercare.
D'altra parte il mio blog è nato NON a monotema altrimenti la sottoscritta si annoia ha sempre bisogno di input e di ricerca e quindi....abbiate pazienza tenetemi così.

Ho anche messo in testata del mio blog subito sotto a tutti gli avatar dei miei amici delle icone (chiamiamole cosi) da cui entrare nei principali argomenti/pubblicazioni di questo mio blog.
L'ultima aggiunta è stata "Programmi Free" e mi sono resa anche conto che ci sono parecchi e molto interessanti e ritengo anche utili che risalgono al 2009 ma tutt'ora validi. Non avendo avuto a quel tempo molti lettori, penso che pochi di voi hanno avuto l'opportunità di leggere e quindi mi permetto di mettere qui il link diretto a tutti i   Programmi Free  che ho pubblicato e con calma li potete guardare quando avete tempo (sempre tiranno) sperando che troviate qualcosa di utile. Sono sempre disponibile per aiutarvi ad usarli  oppure a consigliare con cognizione di causa ovvero se il programma o altro è stato da me testato.

Ora veniamo all'argomento di questo post.
Il mio carissimo amico Vinnie, non so come faccia, ma trova sempre dei programmi interessanti che non sono solo per PC ma anche per i cellulari, ipad,ipod, ecc. e quindi l'interesse si amplifica enormemente. Certo ognuno è in grado digitando la ricerca con Google di trovare quello che gli serve ma, trovare un determinao programma con la spiegazione sull'uso in base ad un tutorial è veramente un aiuto immenso.
E' inutile che faccia un riassunto di questo antivirus, perchè dalla pagina di Vinnie GUIDAMI troverete tutte le spiegazione sull'uso, informazione anche di altri, ecc.
In questo post si fà riferimento all  Kingsoft Antivirus 2012 da Guidami   che diventa anche il link diretto alla pagina in questione.

immagine del blog di Vinnie-Guidami

Vi faccio notare che alla suindicata pagina troverete anche altri link diretti che vi indirizzeranno ad altri programmi di Antivirus nel caso che ne cerchiate uno nuovo e tutti rigorosamente FREE.

Spero che il tutto possa esservi utile.

Ciao a tutti.

16/07/12

"Schwäbische MAULTASCHEN" (borsa/tasca del muso)


La mia amica del blog   Love For food and Photography  in un suo commento al mio post culinario sulle Palacsinta (di mia nonna ungherese) ha nominato questo piatto per una similitudine d'aspetto e quindi ho deciso di mettere la ricetta che conosco molto bene visto visto il mio blinguismo è  di famiglia ma questi li  ho gustati una volta sola ma mai fatti. Mi perdonerete quindi se le foto non saranno le mie.
Ad ogni modo la ricetta che vi presento è quella di mia cognata (tedesca doc) e che si presenterà simile ma allo stesso tempo  diversa di tante altre presenti nel web sia di lingua tedesca che italiana.
Inoltre come dice un cuoco di un ristorante del Baden-Württenberg ( la Svevia del passato),  che si trova nella parte sud-occidentale della Germania, ad est dell'alto Reno ed è il terzo Stato tedesco si per estensione che per popolazione la cui capitale è Stoccarda (Stuttgard), che oggi le variante sono infinite con aggiunte di salse ecc.
Altre importanti informazioni sui stati confinanti tra i quali la  Svizzera, Francia, ecc. potete continuare a leggere QUI .
La parola "Schwäbisch" significa "svevo" e si riferisce come detto alla "Svevia" di allora. Vi ricordate nella storia imparata a scuola che si parlava  di "Corradino di Svevia" che fu anche Re di Sicilia (1254-1268) e che morì a soli 16 anni?????
Ero rimasta affascinata da questo personaggio e se non ricordo male è stato fatto anche un film....strappalacrime e fu anche riportato da Dante Alighieri che rese celebre la sua ulltima battaglia contro i francesi di Carlo D'Angio con il nome "battaglia di Tagliacozzo del 1268 e lo ricorda anche in un passo del XX.Canto del Purgatorio.
Altre notizie interessanti da leggere su Wiki  QUI e una bella nota biografica  QUI.
Cosa volete da un ricetta trovo fuori una storia....deformazione personale della mia curiosità.....e vi piazzo anche una foto e ... ricordo che mi aveva molto commosso questa morte prematura a soli 16 anni... cosa volete ero molto giorvane e l'attore (non ricordo chi) era molto bello :DD


Bertel Thorvaldsen , Monumento a Corradino di Svevia, Napoli, Basilica di Santa Maria del Carmine Maggiore (foto da Wiki)

Ora passiamo, direte finalmente, alla ricetta senza però dimenticare il significato della parola "maultasche" che però mi vedo costretta a rimandarvi alla pagina di Wiki altrimenti questo post diventerebbe ancora più  pesante e quindi chi è curioso vada  QUI    direttamente se non vuole leggere tutto legga solo la parte che riguarda l' Etimologia.

Passiamo alla ricetta....era ora ........

Ingredienti per 4 persone
per la pasta
400 gr di farina
125 ml di acqua tiepita
1/2 cucchiaino di sale
3 cucchiai di olio (non extra vergine quello di semi)
1 cucchiaio di aceto (sostituisce il lievito)
(se volete fare la pasta voi altrimenti la potete acquista pronta pasta di pane va bene in panetteria oppure anche nella grande distribuzione)

per il ripieno
400 gr di spinaci
1 cipolla
2 panini raffermi senza crosta
200 gr di carne macinata
200 gr di salsiccia
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
2 uova
una presa di sale
1 litro e mezzo di brodo (usualmente di carne ma lo potete fare anche di verdura)
1 cucchiaio di erba cipollina (se la trovate)

14/07/12

TUTTI INSIEME PER TIMBUCTU': UN POST DI MASSA PER SPARGERE LA VOCE E SPERARE NELLA SALVEZZA

...meglio tardi che mai scusate dovevo postarlo ieri.....





" Jhon Ruskin, studioso del restauro e fondatore di quella che Camillo Boito definì " corrente ruinista " era convinto che i monumenti e le opere d'arte fossero un patrimonio collettivo appartenente a tutta l'umanità, intesa come coloro che sono, coloro che furono e coloro che verranno e che quindi, come tali, andassero conservati e preservati nella loro interezza e mai, per nessuna ragione, distrutti "


Aderisco all' iniziativa promossa da Antonella:



Ciaooo a tutti

13/07/12

"PALACSINTA" ungheresi.....

......ovvero frittatine/omelette (ma non è una traduzione perfetta) chiamate anche crepés o come in tedesco "Palatschinken" parliamo però sempre della stessa cosa solo che l'esecuzione e la farcitura è diversa. Non hanno nulla a che vedere con la "frittata "
oppure con "omlette" sia salata che quella "confiture alla francese" il cui impasto è privo di farina o quasi perchè in qualche variante ne viene messa ma poca ma,  ci vogliono tante uova e viene fatta prevalentemente anche senza latte.
L'amica Stefania del blog Nuvole di Farina  mia concittadina,  ha postato la ricetta locale Triestina- Cucina regionale Giuliana, delle "Palatschinken" rimasuglio ancora dell'impero austro-ungarico e tramandata  in famiglia e tutt'ora in auge a Trieste. Non cè locale che tra i dessert non la propone.
Nel tempo la ricetta ha subito nel passaggio delle variazioni/personalizzazioni con più/meno uova, latte, farina e con farciture la cui classica rimane sempre quella dolce con la confettura di albicocche.
Poi sono nate le farciture salate come il ripieno di spinaci passati al burro e coperti da un sugo di carne gustato in locali sull'altopiano carsico di Trieste, oppure con altri ingredienti a fantasia come formaggio, prosciutto e coperti da varie salse e poi passati ancora in forno a gratinare.

L'origine è ovviamente dell'Est, piatto Ungherese per eccellenza ma altri dicono che sia  Rumeno.
Mia nonna ungherese diceva che era una cosa loro ma ...era di parte a me piace pensare che è di entrambi e come base sono pressochè uguali.

Ad ogni modo quella ungherese chiamata "Palacsinta" è particolare sia come ripieno che come esecuzione e presentazione.

Questa è una foto molto vecchia la ciotola non esiste più

Ingredienti per 4 persone
per le "palacsinta"
300 gr di farina
2 uova
375 cc di latte e
375 cc di acqua minerale gassata
sale -olio

per il ripieno
2 cipolle
30 gr di strutto 
375 gr di carne di maiale
150 cc di acqua
sale - paprika dolce in polvere
1 cucchiaio di farina
375 cc di panna acida **


Preparare la pastella con gli ingredienti elencati,  il risultato deve essere una pastella molto fluida che dovrà venire versata a piccole cucchiaiate in una padella del diametro 20-22 cm meglio se antiadrerente per usare  meno burro per ungerla.
Le frittatine devono essere molto sottili quasi come le crépes, quando cotte da una parte le girate con un coltello largo non tagliente passando da sotto con un colpo solo per cuocere l'altra parte e poi le impilate una sull'altra su un piatto.
Fate appassire la cipolla tritata nello strutto e fate rosolare anche la carne tagliata a cubetti, salate e aggiungete  l'acqua, la paprika e cuocete a pentola coperta per 15-20 minuti. Poi passate la carne al tritacarne oppure nel robot facendo in modo che si triti grossolanamente. Insaporite ancora con un pò di paprika e mescolate bene assaggiando che non manchi di qualcosa.
Mettete una cucchiaiata di questo ripieno nel centro di ognuna di queste frittate/crépes e ripiegate la stessa a forma di pachettino che collocherete tutte in una pirofila leggermente inburrata. Battete 2/3 della panna acida con la farina, legate on un pò di brodo e versatela abbondantemente sopra i vostri pachettini quasi a corpirli. Infornate a 200 gradi circa per 10-15 minut.
Al momento di servire decorate con una spolverata di paprika.

**
In alcuni supermercati si trova la panna acida in confezioni da 125-200 ml ne userete due aggiungendo gli ingredienti previsti. 
Nel caso che non la troviate la potete fare voi acquistando 250 ml di yougurt intero aggiungendo 250 ml di panna/crema di latte oppure su complessivi 375 ml di panna aggiungete il succo di 2 limoni, mescolate e lasciate  addensare per una ventina di minuti prima di usarla, in entrambi i casi vanno aggiunti poi gli ingredienti previsti.
Come ultima possibilità nella grande distribuzioni si può trovare il Latte di Kefir che è uno yougurt molto acido e sufficientemente denso e da aggiungere solo  gli ingredienti previsti. Se volete sapere qualcosa di più sul  KEFIR cliccate. (comunque ho pensato di fare un post con le informazioni)

Ciao a tutti


PS.
Visto che siamo in argomento di frittatine o come le volete chiamare, ho pensato di aggiungere qui un post che ho pubblicato in febbraio di quest'anno e si riferisce ad un altra versione/piatto di queste, che si chiama "Keiserschmarren" ossia l'omlette dell'Imperatore (austriaco ovviamente) e lo trovate  QUI

12/07/12

Directory Blogspot




Anch'io come altri sono stata contattata da Chris del Blog Directory Blogspot e quindi il mio Blog ha aderito alla richiesta e quindi sono stata inserita nella lista.
Raccontare il perchè, come ecc. sia nato ed evoluta questa piattaforma, non faccio altro che usare il post della mia amica  ARWEN - Blog Il Rifugio degli Elfi che è stata anche contattata ed ha riepilogato tutto  quello che rappresenta questa piattaforma in modo a dire poco favoloso.

Sono in un momento di pigrizia mentale e quindi con il suo beneplacito vi copio qui la prima parte del post...


 
Quello di Chris non è un blog personale è stato ideato per tutti per poter condividere passioni interessi mode e conoscere culture diverse dalla propria. La directory è un blog enorme ed il risultato per gli iscritti dovrebbe essere una più grossa possibilità di visualizzazione visto l'alto numero di followers del Directroy.

Per fare parte di blog Directory basta aggiungersi come followers del blog - fare un commento nella sezione che si riferisce al proprio paese (nel mio caso Italia)  lasciando il link del proprio blog ed aspettare di essere aggiunti in lista 

Bisogna anche prendere un banner del Directroy Blogspot ed esporlo nel proprio blog - io lo ho fatto nella mia Pagina Siti Amici - come per tutti gli altri Blog - non posso appesantire troppo la Home!

A destra del blog, nella lista verde, potrete trovare tutti i Paesi e, cliccando sopra un Paese, troverete tutti i nomi dei blog di quel paese che aderiscono alla "Directory".
Questo è un invito per Voi amici ed amiche blogger entrare a far parte anche voi della "directory". ....

 
Il resto lo dovrete leggere andando sul blog di   ARWEN   ho ripetuto anche il link diretto in modo che possiate entrare da diverse posizioni.
Posso solo aggiungere che è una cosa molto interessante e dalla sua lista internazionale si possono trovare tantissimi blog interessanti in tutto il mondo.
Forza amici iscrivitevi anche voi.
Ciaoo a tutti e grazie Arwen.

Collegamento alla foto del bagno di Trieste....

...ecco le altre foto in sequenza che vi faranno vedere la grandezza della nave Ro-Ro e quanto vicino è l'attracco allo stabilimento...
Le prime 7 foto rappresentano l'avvicinamento..... vedete come viene vicino e la manovra che deve fare per attraccare alla sua banchina e far abbassare  il ponte a livello banchina per permettere la discesa e salita dei camion pieni/vuoti in arrivo/partenza da/a Turchia/Trieste verso il resto d'Italia su strada






Le foto sopra (le prime due ho dovuto tagliare per questione di privacy delle persone sconosciute...e rappresentano l'avvicinamento e l'attracco alla banchina, l'abbassamento del ponte per far scendere e salire i camion pieni/vuoti per/da Turchia -Trieste e viceversa per il resto dell'Italia e non solo ma anche Nord-Europa traffico su strada
 Questa è l'entrata allo stabilimento, il ponte più grande era una volta di legno



Queste due foto sopra rappresentano il mare diciamo aperto quando una volta si è scesi dalle scalette e la boa delimita il non andare più lontano ed ai natanti di non entrare per non arrecare danno ai bagnanti


Questo invece è il bagno Lantenra conosciuto come "Pedocin" è Comunale aperto tutto l'anno e unico nel mondo che donne e uomini sono divisi da quel muro che vedete - hanno fatto anche un referendum per abolirlo ma nessuno ha voluto venisse cambiate -   QUI  troverete il mio post in merito con parecchi altri link di video molto simpatici su questo bagno che alla fine della stagione si fa festa

Ho messo questo post perchè come commento un amica aveva detto...sembra piccola così lontano...quindi da vicino cambia e nella realtà è ancora più grande a vedersi.

Ciaooo a tutti un abbraccio....di mare.


11/07/12

Convertitore, decoratore immagini, inserire logo e scritte........

Premessa......
chiedo scusa se i post questa volta sono informatici e non culinari ma in questo mom essendo dove vi scrivo ovvero la mia postazione alquanto caldo...pubblico lavori preparati in precedenza e programmati per la pubblicazione. Ma abbiate fiducia qualcosa di luculliano apparirà prima o dopo e intanto ....

.... questo è mio nipote allora dodicenne ad una regata sul suo "optimist" (il tipo di barchino a vela)

 Fine premessa



Dal blog dell'amico Vinnie scopro un altro validissimo programma che aggiorna ulteriormente quanto già scritto da me e da Vinnie in questo post che vi collegherà direttamente sia ai miei due precedenti nonchè a tutte le informazioni date da Guidami Blog stesso.
In questo caso parliamo di Best Free Image Converter che come descritto non è solo un convertitore e un ridimensionatore di immagini ma si possono anche decorare ed inserire scritte e logo per personalizzarle.
Naturalmente su come usare questo programma e dove possibile scaricarlo vi rimando direttamente a

Best Free Image Converter su Guidami perchè certamente io non saprei assolutamente spiegare il suo funzionamento: ci devo provare pure io!!!!
Stavo giusto cercando qualche nuovo programma e sono certa che Vinnie avrà trovato il migliore tra quelli che si trovano sul web e dobbiamo pensare sempre che sono programmi gratuiti.
Nel post di Guidami è indicato anche il programma Format Factory molto conosciuto ed usato ma io non ci sono mai riuscita è incompatibile con me è una questione di pelle .......invece FastStone Resizer sono riuscita ad ......addomesticarlo!!!

La foto è quella della pagina del download di questo programma dove potrete scaricarlo.
Sono sicura che riprendere questo argomento è molto utile sia come ripasso per gli altri programmi a chi fosse sfuggito il post, sia come aggiornamento e mettere a disposizione tutto con un solo post tramite i collegamenti diretti.
Ciaoo a tutti

NOTA
Nel caso che qualche link non funzionasse vi prego di comuncarmelo tramite email diretta si come commento, che come contatti oppure nel formualrio "Contact Me".

10/07/12

Aprire file e non solo in un'area isolata con SandBoxie

Tempo addietro con il mio vecchio computer avevo creato una partizione nella memoria interna per mettere una "macchina virtuale" ovvero un programma che si chiama VirtualBox.
Creare una partizione significa dare uno spazio dedicato (a disposizione) ad altro programma che deve essere installato similarmente al sistema operativo che viene usato....Windows, Linux, ecc.
Questo programma VirtualBox una volta installato mi ha dato la possibilità di provare un altro sistema operativo ed io avevo installato Vista che allora era appena uscito e la Microsoft lo dava integrale per testarlo.
Ora con il nuovo computer ho installato due memorie separate interne di cui una molto capiente.
Uso il sistema operativo XP sulla memoria (non partizione) più piccola e su quella grande uso il sistema operativo Windows SEVEN.
Entrambi sono collegati ma allo stesso tempo separati e viaggiano  uno a 32 e l'altro a 64.

Attualmente con SEVEN uso programmi USB ovvero i portable che non serve vengano installati ed in questo modo si possono eliminare facilmente e non sporcano il registro lasciando tracce.
Voglio precisare che ogni programma installato usufruisce sempre di una parte del sistema operativo usato e quindi quando il programma lo vogliamo eliminare, quasi mai si elimina da solo con la funzione "disinstallazione".  La pulizia vera e propria del programma deve essere fatto quindi o con programmi appositi tipo CCLeaner oppure RevoUninstaller oppure da noi stessi mettendo mano al registro del sistema. Per fare questo però dobbiamo avere buone cognizioni informatiche ed io non lo consiglierei mai ne mai mi sono azzardata a farlo.
Foto dal sito di Vinnie

Sapevo dell'esistenza di SandBoxie ma non lo ricordavo fino a quando il solito ravanatore di programmi l'amico Vinnie lo ha rispolverato con un bellissimo post indicando dove scaricare, a cosa serve ed un piccolo tutorial per utilizzarlo.

Già la premessa che ho fatto è alquanto lunga e quindi come al solito vi rimando alla pagina di Vinnie Guidami   ove  troverete il link per la pagina di scarico del programma e tutto quello che vi necessita.
Tengo a precisare che il programma come dice Vinnie serve per .......installare, usare, aprire programmi e file, navigare internet e leggere la posta elettronica in un’area sicura isolata e virtuale che di conseguenza protegge il sistema operativo dagli eventuali malevoli e file spazzatura.........   

Credo che l'utilizzo di questo programma sia veramente interessante soprattutto per chi (come me) adora trovare programmi per provarli ma il più delle volte si rilevano poco pratici, non rispecchiano l'utilità asserita, difficile da usare e/o configurare, ecc. ed in questo modo ovvio all'inconveniente di diventare matta per cancellare tutte le tracce lasciate.

Spero che questo programma sia utile a molti.
Se avete delle domande da fare sarò lieta di essere utile nel limite delle mie conoscenze ma le potete anche chiedere a Vinnie stesso alla sua pagina.

Ciaoooo a tutti

08/07/12

Recuperare foto cancellate dal PC....

Io non so voi ma a me è accaduto di aver erroneamente cancellato direttamente o spostato nel cestino e poi svuotato senza guardare delle foto che mi servivano.
A parte il programma free  RECUVA  che conoscevo ma le altre funzioni sempre suggerite da Vinnie del blog Guidami, propone un altro programma  Digicam Photo Recovery e sembra trattasi anche di uno dei migliori programmi ed il bello è che anche questo è free.
Cliccando sui nomi dei programmi, il link diretto vi porterà al Blog Guidami dove troverete tutte le indicazioni sia sull'uso di questo programma - molto dettagliate, sia trovarete altri link che si riferiscono a indicazioni di altri programmi sempre per il recupero di file cancellati erroneamente e tutti dettagliatamente spiegati per l'uso e dove andarli a scaricare.
Personalmente di tutti quelli indicati avendo io moltissime foto e ho timore di continuare a cancellare per errore, tengo presente in particolare questo Digicam Photo Recovery convinta della sua validità.

Mi auguro che questa segnalazione torni utile ai miei tantissimi amici che hanno molto a che fare con foto specialmente dei loro meravigliosi piatti culinari e non solo.....anche le foto delle vacanze.

Ciaoooo a tutti.


06/07/12

Istituto Luce di Cinecittà


Le persone della mia età o anche più giovani ricorderanno i documentari oggi chiamati "gossip" che si vedevano nelle sale cinematografice nella pausa editi e presentati dall'Istituto Luce di Cinecittà.
Dal blog ufficiale di Google  QUI apprendo dell'accordo tra il Ministerp per i Beni e le Attività Culturali con l'Istituto Luce di Cinecittà che da la disponibilità a YouTube di far vedere oltre 30.000 clip video proveniente dal loro Archivio che ripercorrono 40 anni della nostra storia.
I link alle varie parti per maggiori informazioni li trovate cliccando il QUI sopra indicato.


    

http://www.cinecitta.com/wp/index.php diretto a Cinecittà Luce e la pagina link diretto a http://www.youtube.com/user/CinecittaLuce.

E' una consultazione gratuita e credo che a moltissime persone farà un piacere enorme consultarlo. Ditelo alle vostro nonne, mamme, zie ecc. e potete anche fare un regalo a qualcuno della vostra famiglia creando un bellissimo DVD con i filmati/clip più interessanti e perchè no forse anche più vecchi di voi.

Mi dispiace che i miei post si accavallino ma ritengo che in questo periodo si ha più tempo per andare a curiosare.

Un saluto carissimo a tutti e buon weekend.

Ancora un dolce....Albicocche ripiene al forno con spuma di ricotta

"Ueberbackene Marillen mit Topfenschaum" è il titolo di questo dolce con la frutta fresca.
E' questo il periodo delle albicocche e quindi è il momento di farlo.



Ingredienti per 4-6 porzioni
10 albicocche grandi e sode
2 chiare d'uovo/albumi
50 gr di zucchero
3 cucchiai abbondanti di ricotta magra,  se intera va bene lo stesso
2 cucchiai di noci tritate

Procedimento
Preriscaldare il forno a 180° e predisporre una teglia/leccarda con carta da forno. Lavare, asciugare e dividere le albicocche privandole del nocciolo.
Battere a neve ferma le chiare d'uovo assieme allo zucchero, mescolare la ricotta con le noci tritate ed assemblare il tutto delicatamente.
Riempire con questo composto le albicocche e porle nel forno per 10-15 minuti.
La spuma/crema deve leggermente colorarsi.

Semplice e  buonissimo.
Potete utilizzare anche le pesche ma non scegliete quelle troppo mature l'ideale sono le peschenoci più sode e facili da dividere.

NOTA
Ho provato con due aggiunte: 
- una pallina di gelato di frutta a piacere (fragola per me) 
- ho preso una busta di frutti di bosco surgelati (si trovano anche freschi) lasciati decongelare li ho conditi con zucchero e tanto limone e poi ho contornato le albicocche in piatto creando un abbinamento freddo-caldo molto piacevole.

Ciaooo a tutti

05/07/12

Dolce crema di patate "Süße Sauwald-Erdäpfelcreme

Avevo promesso di pubblicare qualche ricetta austriaca e quindi avanti .....
Sauwald è il nome di questo tipo di patata che è anche quello della zona di coltivazione  a 600 metri sopra il livello del lago.  In Austria si trovano (non come in Germania) una varietà infinita di patate. A secondo dell'uso si acquista quella giusta: per le patate insalata devono avere alto contenuto di acqua assolutamente non farinose viceversa per quella che serve per fare  i gnocchi, per la frittura, per il forno ecc.
Non in tutte le regioni italiane esistono coltivazioni di vari tipi di patate, nella mia regione in particolare a Trieste le varietà offerte sono pochissime.
Per questa crema dolce consiglierei l'acquisto o del tipo di patata adatta per qualsiasi uso, oppure quella che secondo la vostra esperienza è bilanciata come contenuto d'acqua e sufficientemente farinosa per non dare alla crema troppa liquidità.

Per vostra curiosità anche se il sito è in lingua tedesca ma bene o male Google la traduce cliccate Sauwalderdäpfel .

Passiamo alla ricetta



Ingredienti per 4 persone o porzioni
80 gr di margarina 
125 gr di zucchero a velo
3 uova
450 gr di patate (il peso è sul cotto non sul crudo)
2 cucchiai di zucchero vanigliato
1 pizzico di sale
1 limone non trattato gratuggiate la buccia  (senza il bianco che è amaro)

Procedimento
Battere la margarina assieme al zucchero a velo ed ai 3 rossi d'uovo (non l'albume) ed aggiungere le patate cotte pelate e grattuggiate, lo zucchero vanigliato, la presa di sale  e amalgamare bene il tutto.
Battere a neve ferma le chiare d'uovo ed aggiungerle al composto delicatamente.
Ungere una casseruola che possa essere immessa in un altra per la classica cottura a bagnomaria e lasciare cuocere a fuoco basso per 1 ora mescolando delicatamente facendo attenzione che non fuoriesca l'acqua.
Quando pronta la crema versatela in quattro bicchieri o altro contenitore, guarnite con un pò di panna montata.
Potrà essere mangiata calda come anche fredda ma non da frigo assieme a dei biscottini o altro a vostro piacere.

E' un dessert insolito.
Ciaooo a tutti

04/07/12

Parliamo di ricette.....salsicce croccanti e cocktail verde

In Austria sono veramente fuori di "testa" per il barbeque o grill praticamente quasi ogni giornale propone e ripropone mille ricette per marinare e non solo i vari pezzi di carne, salsicce ma anche verdure per le famose grigliate  all'aperto, in  giardino di casa loro o altro loco predisposto ....sono molto ligi!!!!

Un piccolo trucco per le salsicce fresche, wurstel o altro insaccato per renderlo "croccante"....

- riempite di abbondante farina un sacchetto di carta e prima di mettere gli insaccati sulla griglia gettali nel sacchetto, chiudete l'estremità e scuotetelo energicamente in modo che la farina si attacchi alle salsicce ecc. 
Poi mettetele sulla griglia e saranno super croccanti. Il perchè risiede nel fatto che al calore il grasso che fuoriesce e viene viene assorbito dalla farina che a sua volta diventa tutt'uno con la pelle e mooooolto croccante. Provare per credere!!!!

Ora la ricetta 
 Cocktail ai cetrioli

Ingredienti per 2-3 porzioni
- 1 cetriolo medio oppure 2 piccoli (se trovate quelli dalla buccia quasi bianca)
- 1 piccola cipolla (quella di Tropea dolce)
- 1 spicchio d'aglio (togliete l'anima verde se non è aglio nuovo)
- 500 gr di latticello "Buttermilch"  *(vedere sotto)
- 125 gr di panna fresca o crema di latte
- 1 cucchiaino di aneto se lo trovate fresco anche surgelato oppure mezzo di quello secco
- sale e pepe q.b.

Lavare e pelare il cetriolo, ridurre e pezzetti aglio e cipolla e metterli in un mixer (frullatore) assieme alla crema di latte/panna fresca, il laticello, sale e pepe e far andare il frullatore per pochi secondi in modo che il tutto si amalgami e diventi liquido ma che restino ancora dei pezzettini.
Mettere il tutto in bicchieri, guarnire con l'aneto o una fettina di cetriolo che avrete lasciato da parte.
Se non sufficientemente freddo, prima di dividerlo nei bicchieri mettete il tutto per un ora o più nel frigo. E' un ottimo dissetante e accompagna bruschette.....o anche carne / pesce.


(Clic sulla foto e diventa più grande)
*
Latticello ovvero "Buttermilch" è il risultato della lavorazione del burro che è magrissimo alla quale vanno aggiunti dei fermenti lattici come quelli usati per lo yougurt.
In Austria si trovano ovunque, sono molto usati anche per berli cosi come un yougurt nostro diluito con il latte magro.
Un volta di trovava anche da noi lo faceva una linea di latte della mia regione ma ora è molto difficile trovare ma si può farla anche in casa in due modi....

1.
Miscelare 250 ml di latte fresco scremato ed aggiungere 15 ml di succo di limone.
Lasciare per 15 minuti affinchè il latte così inacidito si ispessirà leggermente.
Il prodotto è pronto da consumare.

2.
Mescolare in eguali parti yougurt magro non quello greco troppo compatto assieme a del latte fresco scremato. Lo yougurt conferisce la sufficiente acidità ed il risultato sarà magnifico. In questo caso per 500 ml dovrete utilizzare 250+250 di ciascun ingrediente.

A voi provare per scegliere quello che a sapore vi piace di più.

NOTA
Il prodotto così realizzato può essere utilizzato in tantissime ricette orientali o dell'est che richiedano la creme fraiche o panna acida. La differenza consiste solo nella maggior densità di quella richiesta per il "Buttermilch".
Assieme a della frutta dolce è un ottimo e fresco dessert, aggiunto a frullati li conferisce un sapore fresco e stuzzicante aggiugendo anche delle zenzero fresco molto piccante o altro secondo vostra fantasia....resta solo da provare.

Ciaoooooo

Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole