Il riposo della guerriera "Ciccia"

Il riposo della guerriera "Ciccia"
Troppo stanca deve riprendersi per fare la ronda stasera - Foto personale

30/07/14

BLOG IN PAUSA fino a dopo Ferragosto.... ^__^




La mia "Ciccia" dorme beata in terrazza e non la smuove nemmeno il "gracchiare" delle cornacchie ne il passaggio degli "urlanti" gabbiani e quasi quasi la invidio....vita stressante quella dei gatti!!!!! Però nessuno mi avvisa delle prime gocce di pioggia come lei, schizza alla prima come un fulmine !!!

Forse a causa di questo tempo MATTO e anche perchè ho avuto molto da fare con vari lavori in casa,  anch'io ho voglia di riposo ed inoltre con domani avrò il piacere di riospitare il nostro amico triestino che vive a Venezia  e che vuole fare tanti bagni di mare ed è molto speranzoso di portare il bel tempo: me lo auguro!!!!!!  E' sempre un piacere ospitarlo ma allo stesso tempo anche un bell'impegno e quindi mi sono decisa  di mettere il blog in  PAUSA fino a dopo ferragosto.

Le giornate saranno piene incluso preparare "manicaretti" (non mancherò di pubblicare le ricette) e sono convinta che non sarei molto lucida per scrivere cose sensate ne riuscire a  visitare come al solito i vostri blog ed inoltre se l'estate scoppia finalmente la mia postazione in mansarda sarà bollente da liquefarsi !!!
Postare programmati i miei post pronti,  non sarei certa di trovare  il tempo per rispondere ai vostri commenti alla quale tengo molto. Meglio mettermi in PAUSA.

Vi faccio quindi i migliori auguri di BUONE VACANZE e arrivederci a dopo Ferragosto e....non dimenticatemi !!!!!





Un abbraccio a tutte.

PS. di oggi 31 luglio alle ore 16:17

Sono in pausa ma nell'attesa dell'amico e tra un piovasco e raggio di sole sono venuta a vedere se qualcuno era ancora passato per salutarlo a mia volta e con sommo dispiacere ho scoperto che sono spariti tutti i commenti degli ultimi 3 post.
Non riesco a capire cosa sia successo ma volevo solo dirvi che non ho cancellato nulla IO.
Non tento nemmeno di vedere al caso recupero o altro perchè ho timore che accada ancora qualcosa.
Ho risalvato subito tutto come al solito ma non posso ripristinare perchè l'ultimo salvataggio è di 3 giorni fa per cui sparirebbero anche gli ultimi post.
Scusatemi sono veramente quasi...con le lacrime agli occhi.
Ciaoooo 
(i commenti che vedete sono quelli successivi all'ora indicata della sparizione di tutti gli altri)


27/07/14

Intermezzo Domenicale !!! (27)




Ci stiamo avvicinando alla fine di luglio, anzi è l'ultima domenica e come dicono tanti l'estate non è ancora scoppiata. Immagino la delusione di coloro che con sacrificio sono riusciti a prendere una vacanza al mare magari in una regione ove il tempo brutto ha fatto da padrone, Non è che in montagna sia meglio li fa anche freddo.
Posso immaginare lo stress.... e quindi ho pensato di aiutarvi e condividere questo simpaticissimo PPS convertito in Video per postarlo qui,  contro lo "stress" e la domanda alla fine dice..."se ci riescono loro perchè noi NO ????".
La musica che l'accompagna e sul genere...se l'ascolti ti addormenti!!!!! Relax completo anche per voi.






Buona domenica ciaooo.



Emoticons stive

25/07/14

Parliamo di FUNGHI ...strani !!!!

Torniamo ancora alle meraviglie della natura con questi due funghi di cui non sapevo nemmeno che esistessero, uno commestibile l'altro altamente indigesto per non dire velenoso.
Iniziamo con

Lactarius Indigo

Lactarius indigo 48568 edit.jpg  

Foto da Wiki

Lactarius indigo è un fungo della famiglia delle Russulaceae ed è diffuso in centro e nord America ed in Estremo Oriente. Cresce nelle foreste di decidue (quelle in cui gli alberi  con cambio stagione o altri motivi climatici perdono le foglie) e nelle foreste conifere dove forma associazioni micorizziali (sarebbe la simbiosi) con diverse specie di alberi.
Si chiama indigo perchè la parola indica il colore indaco-blu che è il lattice rilasciato quando viene spezzato e dopo lentamente diventa verde con l'esposizione all'aria.
E' un fungo commestibile ma penso che noi qui non lo vedremo o gusteremo mai....se facciamo un viaggio!!!!



L'altro fungo è il

Hydnellum peckii

Hydnellum peckii2.jpg



Hydnellum peckii ...diciamolo pure, fa proprio ribrezzo. Vive nei boschi di conifere.
Una specie di bizzarra forma ed inconfondibile soprattutto per le goccioline rosse ricordanti il sangue sopra il carpoforo che lo rendono particolarmente impressionante, specialmente se ne è completamente ricoperto e se il carpoforo è di grosse dimensioni.
All'inizio bianco e morbido con queste goccioline ma con il passare del tempo tende al bruno e al legnoso, privandosi delle goccioline.
Dicono che sembra un gelato.....a me non pare !!!!
E' altamente indigesto ma sembra non velenoso e dicono odore gradevole ma sapore amaro e sgradevole quindi qualcuno l'ha provato.....


Tutte le notizie info. tratte da Wiki e sotto ogni immagine cìè il link diretto alla pagina.
La mia curiosità è partita da due immagini con questi funghi ed il loro nome e quindi sono andata a documentarmi come al solito.

Un abbraccio e buona giornata.

22/07/14

Pasta fredda

Io non amo particolarmente la pasta, preferisco di gran lunga il riso che sia nero, rosso, bianco normale, basmati ecc. con qualsiasi condimento ma anche senza nulla in bianco.
Maritozzo invece da buon figlio di napoletano adora la pasta in qualsiasi forma e sapore anche in bianco come io il riso. Penso comunque che la pasta piaccia alla maggioranza i "risottari" si possono contare.
Il famoso chef Ramsey,  penso che le food blogger lo conoscano molto bene, a mio personale parere è il migliore oggi sulla piazza. Usa qualsiasi ingrediente o materia prima povera e blasonata e la sua cucina può essere complessa ma anche semplicemente "casalinga" e qualsiasi massaia anche non esperta è in grado di farla.
Ho visto l'esecuzione di una splendida pasta fredda in un video alla TV e  come l'ha definita lui fatta "all'italiana" per aver usato verdure ed aromi prettamente di cucina "mediterranea". Ma quello che mi ha colpito è stato l'uso di una pasta di piccolo formato che usualmente viene adoperata per  minestre ma anche nei brodi, ma  che io invece trovo delizioso perchè assorbe al meglio i condimenti, si amalgama anche visivamente e non è invadente come la pasta grandi formati tipo penne, mezze maniche ecc.
Ovviamente a parte la pasta il resto è stato rivisato in base ai miei gusti ed a quanto avevo in casa al momento che ho deciso di farla.

Ingredienti per 2 persone (ma 4 ci mangiano comodamente infatti è avanzata)

150 g di pasta formato "risoni" (è ovale allungata piccola ma cresce un pò in cottura)
125 g di piselli (un vasetto già cotti)
125 g di mais misto con olive e peperoncino (1 vasetto misto cotto)
10-15 champignons sott'olio
1 cucchiaio di olive taggiasche sott'olio
2 cipollotti oppure 1 cipolla di Tropea media
2 spicchi d'aglio fresco o quello rosa 
3-4 foglie di basilico
5 pomodori secchi sott'olio
uova - latte -mozzatella grattugiata  *)
sale - pepe
olio evo e aceto (io uso quello di mele)

il formato pasta "risoni " da Wiki (non metto il no in quanto non vorrei essere tacciata di pubblicità

Preparazione
In una terrina capiente mettere assieme tutte le verdure citate incluse quelle dei vasetti, tagliare fine il cipollotto o cipolla e schiacciare l'aglio, spezzettare con le mani il basilico fresco, tagliuzzare i pomodori secchi. Aggiungere l'olio, sale e 2.3 cucchiai di aceto e mescolare accuratamente. Assaggiare per verificare se non manca  ancora qualche condimento.
Nel frattempo mettete l'acqua a bollire, aggiungete il sale e versate la pasta e lasciatela cuocere 2 minuti in meno del tempo indicato sulla scatola: io 9 su 11 minuti.
Scolatela, sciacquatela bene con acqua fredda sia per fermare la cottura che per raffreddarla prima di aggiungerla all'insieme preparato nella terrina,
Mescolare accuratamente e verificare che non manchi di sapidità.

si vedono benissimo i risoni

Io l'ho preparata la sera prima perchè mi piace che diventi fredda ed acquisti sapore stando assieme.
Però....però volevo aggiungere ancora qualcosa : una bella fritatta tagliata a listerelle.
Mi sono fermata al pensiero che questa si sarebbe "ammosciata" mescolata alla pasta per più tempo e quindi..."idea", perchè non farla lo stesso nel momento dell'impiattamento creando una bella base calda e filante e poi concludere con la pasta fredda .......!!!!!!
Quindi, va mangiata subito e non mescolata assieme al resto e queste sono le proporzioni per due persone: - 2 uova con 2 cucchiai di latte e 50 g di mozzarella grattugiata
 (la trovate anche già pronta come il formaggio grattugiato),  sale e pepe e sbattete bene il tutto.
In una padella antiaderente, ungetela con un pò d'olio evo e fate la frittata sollevando i lembi in modo che tutto il liquido vada sotto e la frittata si gonfi un pò. Poi con un piatto o coperchio rovesciatele dall'altro lato, risulterà per via della mozzarella leggermente filante.

frittata


Quando pronta, spezzettatela a larghi pezzi e mettete nel piatto come base...



Poi la completerete con la pasta fredda e servite subito. E' buonissimo il sapore mescolato caldo della frittata filante con la pasta fredda. Guarnite con un funghetto altro a vostro piacere.

 

Comunque si può gustare subito come si dice "a temperatura ambiente" o dopo 1 ora in frigocon o senza frittata questa è una mia idea che è piaciuta a maritozzo.

Nota
A piacere si possono aggiungere scatoletta di tonno, salmone affumicato, acciughe sott'olio o quant'altro vi viene voglia di provare o avete in casa, più cose si mettono più gustosa diventa. La fantasia in questo caso è infinita.

*)
Non ho messo la quantità di uova perchà dipende dal numero dei commesali, noi eravamo in due. Calcolate sempre di allungare l'uovo con 2-3 cucchiai di latte e la mozzarella 50 g è per due uova se di più dovete aumentare in proporzione.

Ciao a tutti e buona giornata.

20/07/14

Intermezzo domenicale!!! (26)




Luglio matto, il caldo si è presentato poco e la pioggia, maltempo, tracimamenti si sono presentati un pò ovunque con un abbassamento notevole di temperatura. Cosa ci possiamo ancora aspettare???? Un improvviso apporto di aria africana come l'anno scorso che ci ha fatto sudare e boccheggiare....oppure l'alternanza lunga di pioggia e freddo e poco caldo???
Personalmente il caldo mi piace purchè sia poco umido e magati un pò ventilato...chiedo troppo !!!! Penso di no e sento tanti cori nelle mie orecchie...lo vogliamo anche noiiiiiiiiii.....

Il mio amico austriaco in questo periodo è in vacanza ed anche i suoi contatti del giro PPS nel mondo sono mancanti, tutti hanno bisogno di vacanze e quindi molti PPS che mi arrivano sono doppioni perchè sicuramente come facciamo noi blogger sono stati programmati per l'invio in rete.

Per fortuna ne ho parecchi ancora inediti e questo è uno di quelli. Vi porto a fare un giro ad Amsterdam, le immagini sono molto belle anche se le scritta sono in olandese ma, la musica di sottofondo scelta a mio parere è molto romantica.

Spero che vi piaccia e magari ascoltandola vi rilassate con un buon bicchiere di tè ghiacciato oppure una coppa enorme di gelato o qualsiasi cosa in questo momento ne avete voglia.

Buona domenica carissimi e buone ferie o vacanze a coloro che leggono sui smartphone o portatili.





18/07/14

L'uso degli aceti compositi fatti in casa

Sarete forse stufi di leggere ricette provenienti dall'Austria, ma al momento è il luogo più vicino a me e il più freguentato considerata la distanza e tempo per raggiungerla molto breve: ovviamente a parte la Regione della Carinzia le altre sono più lontane.
In Austria la parola d'ordine è "vitamine", Siano queste fresche o preparate o come integratori.
Loro a tavola iniziano sempre con le verdure oppure queste fanno parte integrante del piatto primo o secondo che sia in quanto il contorno come inteso da noi non è concepito.
La verdura fresca mista che è l'unica che rappresenta "un contorno" assieme alle immancabili patate arroste, insalata o crocchette, viene presentata già condita. Olio e aceto non è mai presente in tavola e taluni su richiesto lo portano. Il condimento è perfetto e buonissimo anche perchè in prevalenza non usano l'aceto di vino ma l'aceto di frutta principalmente quello di mele. Io lo uso da anni e lo trovo molto delicato ed ora se ne trovano di marche diverse anche in Italia.
L'aceto comunque, principalmente all'interno della famiglia viene prodotto oppure modificato con aggiunge varie all'aceto di mele acquistato.

Sulla rivista Tina - Koch & Back.Ideen ho trovato una pagina con le indicazione su come creare alcuni aceti particolari. Alcuni hanno come base anche l'aceto di vino ovviamente quello pronto. La foto collage fatta da me tratta da questo giornale dice 
" Aceto fatto in casa" - Aceto di zenzero con chili (peperoncino) e coriandolo fresco -Aceto di sherry ed estragone "


Aceto di zenzero con chili e coriandolo fresco

Ingredienti: per 1 bottiglia da 200 ml
30 gr di zenzero fresco
1 peperoncino rosso 
200 ml di aceto di vino bianco
1 stelo di coriandolo fresco

Preparazione
Lavare e pelare lo zenzero e poi tagliarlo a fettine sottilissime e piccole potete aiutarvi con un pelapatate oppure una mandolina.
Pulire il peperoncino e tagliarlo sottile. Lavare lo stelo di coriandolo, sgocciolarlo ed asciugarlo dall'acqua.
In una bottiglia perfettamente pulita ed asciutta di 200 ml riempire per metà, 100 ml con aceto di vino bianco ed aggiungere lo zenzero, il peperoncino e lo stelo di coriandolo fresco. Chiudere ermeticamente la bottiglia, scuoterla un pò e lasciare il tutto in infusione per 1 settimana.
Poi, passare in un telo l'aceto per eliminare gli ingredienti aggiunti, aggiungere altri 100 ml di aceto bianco.
Questo aceto si mantiene non alla luce ma in luogo scuro e fresco anche per 1 anno.
Se vi piace vi consiglio di farne più di una bottiglia ma non radoppiare i quantitativi piuttosto più bottiglie ma sempre da 200 ml.


Aceto di sherry ed estragone fresco

Ingredienti: per 1 litro (2 bottiglie da 500 ml)
750 ml di aceto di vino bianco
250 ml di aceto di sherry  (vedi annotazione **)
2 cucchiai da tè di pepe nero in grani
1 cucchiaio da tè di senape
1 cucchiaini di pepe giamaicano (se lo trovate) in grani
1 rametto di coriandolo fresco o anche due

**) in Austria si trova l'aceto fatto dallo sherry usualmente secco (cherry è quello di ciliege) anche se un pò abbocato. Visto che in Italia non si trova o almeno è difficile trovarlo, vi consiglio di mescola 125 ml di aceto bianco con 125 ml di sherry)

Preparazione
L'aceto di vino bianco assieme all'aceto allo sherry da voi preparato deve essere mescolato ed in un pentola portato ad ebollizione per 2 minuti. Quando si è raffreddato diciamo arriva a circa 40 gradi, bisogna aggiungere i due tipi di pepe se li avete trovati entrambi oppure al casa aumentate un pò il pepe nero, la senape ed il coriandolo fresco ed imbottigliare il tutto in una capiente bottiglia che dovete dopo la chiusura ermetica agitare delicatamente un pò. Lasciate la bottiglia cosi per 3 settimane.
Passate poi il tutto al colino, travasate in altre bottiglie magari 2 da 500 ml o a vostro piacere.
Conservare il luogo fresco e scuro e si conserverà per un anno.




Naturalmente gli aceti compositi che si trovano sono anche  parecchi altri : al limone, al rosmarino, alle erbe, al balsamico, all'aglio e tutti questi ingredienti vengono aggiunti in  proporzioni varie alla base di aceto di vino oppure all'aceto di mele, quest'ultimo in prevalenza sopra tutto per l'aceto al limone ed il  balsamico.
Questi condimenti sono utilizzati principalmente per le loro insalate che sono composite ovvero, insalata verde e non solo ma viene completata con formaggio fritto oppure pollo cotto ai ferri e tagliato fine oppure anche pesce sia cotto o in scatola come il tonno oppure gamberi e gamberetti.
Il tutto condito con quest'aceto secondo il cuoco/chef del locale ossia quello che alla composizione dell'insalata ritiene il più adatto. Qualche volta è il cliente a richiedere un particolare condimento ma è molto raro sono tutti abituati alla decisione della ...cucina.

Lo scritto in verde dell'immagine dice come viene fatto l'aceto di vino e l'aceto di mela. Per non allungare non l'ho tradotto ma se qualcuno lo desiderame me lo faccia sapere.

Un caro saluto ed una buona giornata.

15/07/14

Tagliatelle di seppia

Ricette per fare le "tagliatelle di seppia" sul web ci sono tantissime e fermo restando l'ingrediente principale "la seppia", le preparazioni/interpretazioni anche di chef pluristellati sono veramente molto varie. Chi le fa a crudo marinati, chi cotti, altri completano la preparazione e presentazione con un fondo di creme varie che va da quella di ceci ai piselli ecc.
Era da tempo che avevo voglia di cimentarmi ma nessuna ricetta m'ispirava per magari riproporla con qualche cambiamento in  base al mio gusto personale.
Finalmente ho trovato la ricetta,  che sia come ingredienti e procedimento si avvicinavano al mio gusto personale, sul blog della mia amica Libera - ex concittadina ma sempre corregionale "Accantoalcamino's Blog" e la sua ricetta la trovate cliccando su  Tagliatelle di seppia al pomodoro.... .
Ho usato tutti gli ingredienti citati, ma con delle piccole varianti per rendere, io dico "gustoso" perchè a me, maritozzo ed al nostro amico di Venezia che è stato il promotore per farmi decidere di fare questo piatto, piace molto  saporito. Sono sicura che "Libera" non mi terrà il "broncio".....

Ingredienti per 4 persone
1 seppia grande pulita bianca di circa 1 kg
10 pomodorini ciliegino 
5-6 pomodori secchi sott'olio
2 cucchiai di curcuma in polvere
2 spicchi d'aglio
1 burrata di circa 300 g
1 cucchiaio di stracciatella
 (facoltativo e cosa intendo lo trovate QUI - quella di bufala)
olio evo
basilico fresco
sale e pepe




Procedimento
Piccola premessa...... non ho trovato la seppia grande in pescheria e con difficoltà sono riuscita a trovarne una grande in un negozio di soli surgelati. Non è che la cosa ha cambiato molto perchè anche le pescherie a Trieste non vendono se le hanno le seppie grandi fresche...., sono sempre surgelate e scongelate poi prima della vendita. 

Ho scongelato la seppia in una ciotola grande piena d'acqua cambiandola spesso. 
Per esperienza lo scongelamento di qualsiasi prodotto sia carne o pesce non va mai scongelato spostando nel frigo oppure a temperatura ambiente in quanto i germi durante la scongelazione profileferano immediatamente. Io consiglio per aver provato, di scongelare tenendo il prodotto in acqua oppure anche sotto un filo di acqua corrente fino alla sua scongelazione e pronto per essere cotta. Le verdure in genere vanno cotte direttamente ancora congelate a meno di istruzioni diverse  ma MAI in frigorifere od a temperatura ambiente.

La seppia era già perfettamente pulita, ho provvedito solo a tagliare le cosidetta ali, la testa ed i  tentacoli che ho tenuto da parte come consiglia Libera per altri usi.
 
Per tagliarla sottile ci sono due metodi....
1)
- dopo averla pulita, mettete a bollire dell'acqua in una capiente pentola, Non appena bolle immergete la seppia, fate riprendere la bollitura dopodichè spegnete e lasciate coperto fino a quando tutto si sarà  raffreddato. Poi asciugate un pò e cercate di  arrotolarla stretta in una pellicola e mettetela nel congelatore.
Questa operazione va bene se avete poi la possibilità di affettarla con una  affettatrice o anche una mandolina. Ricordatevi che dovrete toglierla dal freezer 1 ora prima di tagliarla.

2)
- se invece non avete l'affettatrice, io vi consiglio di tagliarla a crudo con un coltello molto affilato in quanto è molto compatta e se non dovete utilizzarla subito, mettetela pure tagliata in congelatore. Se invece la usate in giornata. vi consiglio di cuocere come al punto 1) e se gia tagliata e surgelata perchè non utilizzata subito, gettate tutto ancora congelato nell'acqua in ebollizione. Fate riprendere la bollitura e proseguite come descritto nei tempi per il raffreddamento.
Tenete presente che in entrambi i casi  per il raffreddaneto ci vuole molto tempo;  io l'ho fatto alla sera ed il giorno dopo mattino era fredda, ossia temperatura ambiente. Infatti la seppia deve cuocersi man mano che l'acqua si raffredda per mantenersi compatta poi al taglio.

Per rendere le tagliatelle del colore di quelle all'uovo ....
-  in una capienta ciotola con dell'acqua fino a coprirle, versate 2 cucchiai di curcuma in polvere e mescolate. Il curcuma oppure zafferano se preferite,  lasciandole immerse per un'oretta circa, le colorerà di un bel colore giallino come fossere all'uovo.
Se qualche tagliatella vi  sembrerà troppo larga tagliatele a metà con la forbice da cucina.
Dopo.  sciacquatele sotto l'acqua corrente e fatele gocciolare in un passino.

 Immersa...
In fase di sgocciolamento

Nel frattempo prendete i pomodori, tagliategli a pezzetti ed in una padellina con un velo di olio e sale fatele andare piano piano per circa 10 minuti.
Sminuzzate i pomodori secchi sott'olio dopo che li avrete fatti sgocciolare, amalgamate, aggiungete 2-3  foglie di basilico sminuzzato con le mani e continuate la cottura ancora per 5 minuti, Travasate i pomodori pronti in un bicchiere alto e con il frullatore ad immersione frullate quasi a purea e lasciateli da parte.

 Solo pomodori freschi.....
 Pomodori secchi sott'olio a sgocciolare....

Tagliuzzati e aggiunti a quelli freschi

Prendete la burrata, io ho aggiunto un cucchiano anche di stracciatelle, ed in una ciotola alta  aggiungete un po di sale e pepe e 2 cucchiai di olio evo e frullate il tutto in modo che diventi una crema. Sarà la base del piatto

Non si vede molto bene la burrata frullata

In una padella con due cucchiai di olio, 2 spicchi di aglio vestiti ma schiacciati, un pò di pepe fate rosolate piano e poi aggiungete le tagliatelle di seppia alzando un pò il fuoco. Fate insaporire ma attenzione non devono friggere solo assorbire il sapore dato dall'aglio e sale, massimo 5 minuti ma anche meno poi spegnete.
Non era cosi poco ma mi ero dimenticata di fotografare prima.....


Per impiattare:
In un piatto liscio come base mettete  uno/due cucchiai di crema di burrata poi con il coppapasta posto nel centro della crema lo riempite con le tagliatelle di seppia fino circa l'orlo, completate con la salsa di pomodoro ed una foglia di basilico e servite.


La mano che vedete è quella dell'amico che ho bloccato per fare la foto, il piatto di marito era già compromesso ed il mio anche quando mi sono ricordata di non avere immortalato l'immagine....

Sono riuscita a calibrare bene i sapori nonostante le mie aggiunte in modo che questi non eccedessero  l'uno sull'altro. A mio marito, amico ed io ce le siamo spazzolate da ingordi.....

Con quanto scartato della seppia ho fatto un insalata aggiungendo del mais, olive, peperoncini, prezzemolo, aglio in polvere, funghetti, sale e pepe e tanto limone. L' abbiamo mangiato la sera dopo perchè così acquista più sapore.

insalata con le parti della seppia scartati

Penso che prima o dopo lo rifaccio nonostante che io, è risaputo, non ripeto mai gli stessi piatti perchè mi piace sempre provare qualcosa di nuovo ma questo piatto va RIFATTO.

Grazie Libera delle basi della tua ricetta che ho mantenuto quasi intatte salvo alcune piccole aggiunte a gusto mio e dei miei commensali.

Un saluto a tutti voi e buona giornata.

PS.
Le foto sono tutte mie, non le ho firmate in quanto sinceramente fare tutto sto lavoro di firma... per delle foto che solo "un disperato" si metterebbe a copiare mi è sembrato una gran perdita di tempo.

14/07/14

Lunedi disneyano.....

Oggi domenica una giornata da dimenticare, tempo brutto, ora pioggia ora un raggio di sole temperatura in calo sembra di essere all'inizio dell'autunno.
Allo stesso tempo dovendo a causa pioggia e vento al 7°piano tenere le finestre chiuse altrimenti mi si allaga tutto e la mia gatta odia l'acqua .....ehehehehe, ho caldo e quindi mi sono presa un bel torcicollo tra il ventilatore in mansarda ed il condizionatore al piano di sotto.
Ora sono le 24:00 passata da un pò, visto la partita e anche se non ci capisco niente mi è sembrata non tanto valida per una finale mondiale e girando per il web mi sono trovata degli spezzoni di Walt Disney che mi hanno risollevato di morale prima di andare a nanna.
Ho pensato perchè non farvi iniziare domani un lunedi con le previsioni pessime almeno da me con questi bellissimi spezzoni ????
Detto e fatto eccoli e spero vi piacciano e tanti auguri per domani lunedi e buon inizio di settimana.

 1° parte


2° parte



Lilli e....

13/07/14

Intermezzzo domenicale !!! (25)




Come passano presto le domeniche e siamo già a metà mese....
Dopo il video della domenica scorsa un pò cruento, ho pensato di farvi vedere un video sull'amicizia tra i più disparati animali, quelli che noi pensiamo non potrebbero mai andare d'accordo.
Se gli uomini trovassero come loro quest'accordo come sarebbe tutto più bello...




Ho trovato su Face Book un bellissimo video culinario presentato alla TV di Sofia solo che non è stato collegato con YouTube ma lo posso postare qui tramite la mia pagina FB. E' un modo insolito di fare la classica colazione americana e non solo di uova fritte, bacon e toast ma in modo più leggero è veramente una bella trovata e la voglio condividere. Chi è collegato con me su FB l'avra sicuramente già vista sulla mia pagina. Per la caricazione bisogna attendere un momentino.
Buona domenica alla prossima.



11/07/14

Le schede SD (Secure Digital), mini-SD e micro-SD per i dispositivi portatili

Tengo a precisare che i miei post, come probabilmente fanno anche molte di voi, quando ho tempo di fare ricerche mi preparo anche più di uno e poi li salvo come bozze pronte ad essere pubblicate quando purtroppo non riesco a preparare qualcosa ex-nuovo. La stessa cosa vale in qualsiasi campo sopra tutto nelle ricette che poi finisce mi dimentico di scaricare le mie "terribili" foto.
Questa volta l'amico Vinnie ha trovato veramente qualcosa d'interessante in quanto tutte voi usate dispositivi portatili anche per scrivere nei vostri blog in quanto quasi tutte siete collegate con internet mobile. La sottoscritta non ancora.....
Nei dispositivi mobile si fanno uso delle schede "SD" che stanno diventando sempre più piccole per immagazzinare le nostre foto, video ecc. aumentando la portata di memoria del nostro dispositivo.
Vinnie dice che sarebbe bene sapere che non tutte le schede SD sono uguali  e differiscono tra loro per varie altre peculiarità e quindi prima di comprarle sarebbe utile valutare oltre allo spazio in memoria anche della  classe di velocità e della dimensione
Le dettagliate spiegazioni sono lunghe e quindi vi rimando al suo articolo Guidami  e per farvi capire di cosa effettivamente sta parlando vi posto la foto sempre presa dal suo articolo





E' veramente un articolo informativo molto interessante e sono sicura che all'occasione senza l'aiuto di nessuno sarete in gradi di scegliere la memoria più consona alle vostre necessita ed al dispositivo che usate.

Un abbraccio e buona giornata.

08/07/14

Zabaglione o zabaione ai lamponi - ricetta "Augustin"

Speravo tanto di avere la ricetta del dolce nella mia foto qui sotto. Se vi ricordate,  ve ne avevo accennato che l'avevo gustato da "Augustin", il mio locale preferito a Klagenfurt.
Non ci sono difficoltà per una panna cotta. ma la mousse di mela era particolare, consistenza compatta ma non troppo con cannella e.....zenzero o rafano (kren) ben proporzionata.


Io credo che se provate voi che siete brave di fare dolci troverete le giuste proporzioni.

Sempre da "Augustin", questa volta invitati da una mia amica austriaca cliente abituale del locale, ho gustato uno splendido "zabaione ai lamponi". Suo tramite, ho ottenuto la ricetta che condivido con voi.
Non avendo potuto fare la foto del piatto nel locale, ho trovato una simile sulla rivista Lisa-Kochen & Backen Juni 2014 (solo foto non il dolce).
Voi direte, ma perchè avendo la ricetta non faccio il dolce???? Avete ragione, ma purtroppo una tantum lo posso gustare ma poi il dolce devo dimenticarlo per problemi con la glicemia e non ho altri che la mangerebbero.


Ingredienti per 4 persone
350 g di lamponi (ma potete usare anche altri frutti di bosco o solo fragole)
1 pezzetto di zenzer fresco consistente se vi piace il piccante
3 tuorli
80 g di zucchero
150 ml di succo d'arancio
1 spruzzata di liquore come arancio, grappa ai lamponi o anche vino dolce



Preparazione
I lamponi vanno lavati velocemente e poi stesi su uno strofinaccio per assorbire tutto il bagnato. Prendete 4 tazze o ciotole  da forno ed imburratele. Suddividere i lamponi nelle stesse e dopo aver pelato lo zenzero tagliatelo a fettine sottili o meglio grattugiatelo e  spargetelo sui lamponi.
Nel frattempo riscaldate il forno di cui sarà utilizzato soltanto la funzione grill.
Rompete le uova,  separate i tuorli e mescolateli assieme allo zucchero ed al succo di arancia. 
Versate il tutto in una ciotola adatta a cuocere a bagnomaria e fate montare battendo con una frusta, senza far bollire,  fino a quando si sarà addensato.
Dividere il composto nelle 4 tazze o ciotole, spruzzate il liquore scelto e infornatele sotto il grill per circa 10 minuti.
Servite subito. Potete completare con dei biscotti di pasta frolla sottili sul tipo lingue di suocera.

Io non sono riuscita a mangiarla subito, troppo bollente,  ma vi assicuro che era squisita.

Vi auguro una meravigliosa giornata.
Ciaooooo


06/07/14

Intermezzo domenicale !!! (24)



Come passa il tempo con questa domenica sono già 2 settimana dal rientro vacanze. Maritozzo dice sempre che una volta passate arriviamo all'autunno e Natale senza nemmeno accorgerci. Quando lavoravo il tempo settimanale non passava mai, arrivare alla fine settimana mi sembrava attesa lunghissima. Quando sono andata in pensione mi hanno pronosticato una noia e il tempo sarebbe veramente passato lento non solo un impressione. Invece.....il tempo corre, non sono mai calma ho sempre da fare e gli anni corrono e mi consolo che corrono non solo per me !!

E' da un pò che ho questo splendido PPS tutto sulle aquile, questa è un aquila reale a testa bianca ma ci sono anche altre razze e colori. Questi uccelli maestosi che solcano il cielo e vanno in picchiata per prendere al volo la loro preda senza scampo per loro è una forza della natura in aria.. E' ardita, coraggiosa,  caccia quando ha fame o per nutrire i suoi piccoli o per difendere il suo spazio e quindi diventa crudele e cruente ma è anche fedele a chi si prende cura di lei. Uno spaccato di immagini anche crudeli ma chi siamo noi per dirlo quando anche l'uomo pratica una crudeltà alle volte gratuita????



Mi permetto di mettere QUIQUI  dei link con ulteriori notizie su questo splendido rapace e nonostante le bellissime immagini ho voluta estrapolare una delle tante che mi piacevano  per fissarla qui dopo la picchiata l'aggancio alla preda ...un pesce.




Spero che non me ne vorrete se il video è un pò ...vorace ma per me è splendido.
Un abbraccio e buona domenica.

04/07/14

Antivirus che tracciano l'attività degli utenti e inviano i nostri dati personali


Chi di noi non usa un antivirus?????? Penso nessuno che sia questo totalmente gratuito oppure a pagamento, acquisto in un negozio o scaricato via internet previo pagamento, ripeto nessuno ne è sprovvisto.
Quello che non sapevo e penso che la maggioranza di noi non sanno e che questi antivirus violino la  privacy degli utenti ai quali ci affidiamo  per essere protetti ha del clamoroso. 
Eppure questo è quanto venuto fuori da uno studio di AVG Comparative (Anti-Virus Comparative) riguardo la trasmissione di dati da parte dei software per la sicurezza internet.
Parliamo di antivirus gratuiti ed a pagamento che sono anche molto usati e che questo AV Comparative ha analizzato. Ci sono svariati nomi tra i quali AVG (che uso io), AVIRA, Panda, Symantec (a pagamento), ecc. che sembra non rispettino proprio la privacy degli utenti.

Per leggere esattamente di come funzionano questi controlli, la lista degli antivirus controllati con tanto di grafico vi rimando alla pagina di  GUIDAMI  e vi metto per rendervi l'idea soltanto le prime righe dell'analisi effettuata



 inoltre troverete il link per il resoconto ufficiale della AV Comparative.
Troverete anche sempre sulla stessa pagina dei link molto interessanti sull'argomento e anche indicazioni su quelli risultati sicuri nel senso che rispettano la nostra privacy.
Certo, non possiamo fare a meno di questi antivirus e d'altra parte non tutti possono pagare ogni anno per avere l'antivirus aggiornato ma possiamo anche usare quelli online solo per controllare che il nostro PC non sia infestato e questi al limite non sono installati e si spera che non conservino la nostra traccia.

E' difficile combatterli ma almeno essere informati è già una cosa positiva per poterci almeno in qualche modo un pò difenderci.

Buona giornata.

02/07/14

Vacanze 2014: Carinzia - Austria

Non voglio invadervi con fotoe quant'altro e quindi mi voglio limitare scegliendo le foto fatte nei luoghi visitati i più particolari ed interessanti... almeno secondo il mio punto di vista.
Ho visitato Spittal e Millstatt  e Millstattersee cittadina sul lago molto carina piena di campeggi come tutte le zone che si affacciano direttamente sui laghi.
Per poter mettere più foto uso il sistema della doppia colonna ma vi prego perdete un secondo di più è cliccate sulle stesse per vederle a grandezza normale. Per dimensione spazio ove scrivo il post non posso metterle grandi: GRAZIE.




SPITTAL 






















Una classica foto nel negozio di abiti tradizionali chiamato "Trachtmode"



KLAGENFURT  Alter Platz                              






















Questo è il Teatro di Klagenfurt



Chiudiamo in bellezza con una splendida veduta sul Lago Woerther dal ristorante di Reifnitz luogo dell'incontro delle GTI Europee



ed un altra meravigliosa immagine che chiude questo post


Buona giornata a tutti alla prossima....ricetta!!!!

Ciaoooooo



MILSTATTERSEE






















Questa è una zattera bar sul lago e i divani sono su sabbia bianchissima stupendo panorama


 LIENZ 























Giorno di mercato a Lienz


Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole