Il riposo della guerriera "Ciccia"

Il riposo della guerriera "Ciccia"
Troppo stanca deve riprendersi per fare la ronda stasera - Foto personale

27/02/15

GNOCCHI : solo con farina di ceci

Ho fatto di nuovo la farinata però diversa da QUESTA   e convinta di non averla a casa ho acquistato un pacco di farina di ceci. Non è la prima volta che mi accade e non è nemmeno causa dell'età che ho oggi ma è una problema di sempre. Finisco che acquisto il doppio perchè mi scordo di averlo già in casa in quanto seguo certe idee che mi frullano ma poi finisce che non le faccio subito.
Mia figlia dice sempre.... mamma, hai tutto ma non ti ricordi e acquisti in doppio, scriviti su una tabella !!!.... Mai fatto e, non parliamo solo di alimenti ma anche di oggetti per la cucina e....continuo a riacquistare.
Morale mi sono trovata a casa  2 chili e mezzo di farina di ceci
Le mie amiche del gruppo Bloggalline bontà loro mi hanno aiutata a decidere cosa fare con un sacco di suggerimenti come : crespelle, gnocco fritto, tagliatelle, focaccini liguri, panelle siciliane, ecc.
Questa volta ho scelto di fare i gnocchi perchè avevo un sughetto particolare e sembrava che chiamassere  .. vogliamo i gnocchi !!!

Ingredienti per 2 persone (solo per me e maritozzo)
300 g di farina di ceci
300 ml di acqua
1 cucchiaio di olio
sale
q.b. di farina mista 00 e semola per lavorare 
1 uovo (facoltativo)

 


Preparazione
Mettete in una capiente pentola 300 ml di acqua con un pò di sale ed un cucchiaio di olio.
Quando bolle tiratela via dal fuoco ed incorporate velocemente la farina di ceci che assorbirà tutta l'acqua ed il pannetto che ne risulta mettetelo su un ripiano infarinato a sfreddire.
Quando tiepido che potete lavorarlo, aggiungete un pò di farina e impastata bene deve diventare sodo ma non secco e lasciatelo coperto con sacchetto di nylon per circa 10 minuti. Non di carta si asciugherebbe troppo.
Nel frattempo mettete sul fuoco un altra pentola con acqua e sale e un goccio di olio che vi servirà per cuocere i gnocchi.

NOTA 
Potete impastare la farina di ceci con l'acqua calda anche invertendo il modo cioè mettere in una terrina capiente la farina e versare l'acqua e olio calda ed impastare.
Siccome non volevo rischiare che i gnocchi si disfassero visto che era la prima volta che li facevo o pensato di utilizzare un uovo ma non potevo aggiungerlo nell'impasto bollente ed allora ho agito cosi.
Ho utilizzato 50 ml di acqua ed ho sbattuto l'uovo.
Nella terrina con la farina ho aggiunto l'acqua e l'uovo impastando con quel poco. Poi ho aggiunto il resto dell'acqua calda e olio. In questo modo l'uovo era già assorbito nell'impasto e quindi non è che si sia ..."cotto".
Potete anche non utilizzare l'uovo vedete voi.



Ho formato prendendo poco impasto alla volta ho fatto le solite strisce della grossezza di un dito e tagliato a pezzi facendo un piccolo buco nel centro in modo che assorbano meglio il sugo.
Vi consiglio di mettere ancora un cucchiaio di olio nell'acqua in questo modo eviterete che si attacchino l'un l'altro.
Quando vengono a galla calcolate circa 4-5 minuti ma assaggiate dopo i primi 3 per verificare la consistenza.
Il quantitativo che ho usato basterebbe per 3 persone infatti sono avanzati per il giorno dopo messi in forno assieme a tanta mozzarella e fiocchetti di gorgonzola per dare più sapore.

Come al solito le mie foto non sono granchè ma la pietanza era super buona.

Buon appetito.

PS.
Vi do anche le indicazioni del mio sughetto che io avevo già pronto.
Sgranare in un tegamino con poco olio una salsiccia fresca aggiungendo un pò di cipolla e farla rosolare dolcemente. Sfumare con il vino e cuocere per circa 5 minuti a fuoco basso.
Io avevo due fette di cotechino che ho aggiunto assieme ad un barattolo di pomodori a pezzettoni.
Ho aggiunto dell'erba cipollina fresca surgelata e del coriandolo fresco anche surgelato e cotto per circa 20 minuti a pentola coperta. Se poi ancora vi sembra troppo liquido fate andare per 5 minuti scoperto
Condite con il sughetto i gnocchi, una bella spolverata di formaggio reggiano e gustata.






Pizza 

PS.
Preparatevi penso che vedrete ancora ricette con la farina di ceci è ben conservata e non ancora scaduta......la devo consumare!!!!!

25/02/15

Un grande della matematica padre dei fusi orari che noi usiamo : Jules Henri Poincarè

Voi ormai lo sapete che io leggo un pò di tutto e sono curiosa e qualsiasi cosa io trovi di cui conosco poco mi stuzzica e devo curiosare.
Mi sono imbattuta in un articolo che parlava di questo signore vissuto 160 anni fà che con i numeri ci sapeva fare. La matematica non è mai stata il mio forte e pensare che le scuole intraprese erano sempre di ordine commerciale, quindi partite doppie, computisteria ecc. ma d'altra parte l'alternativa era l'indirizzo domestico che proprio non faceva al caso mio...... non molte le alternative nel 953 quando dovevo decidere.

da Wiki


Torniamo al signor JULES HENRI POINCARE', che nasce nel 1854 a Nancy e muore a Parigi nel 1912.
E' stato un matematico, fisico teorico e un filosofo  naturale francese. Poincaré viene considerato un enciclopedico e in matematica l'ultimo universalista, dal momento che eccelse in tutti i campi della disciplina nota ai suoi giorni. La congettura di Poincarè una fra le tante cose che lui ha fatto e scoperto, vi do un assaggio mediante la foto presa da Wiki e spero che siate curiosi per vedere altro...

Per superfici 2-dimensionali dello  spazio compatto prive di frontiera, se ogni cammino chiuso può essere contratto fino a diventare un punto, allora la superficie è topologicamente omeomorfica a una 2-sfera (normalmente chiamata semplicemente sfera). La congettura di Poincaré afferma che lo stesso è valido per le superfici tridimensionali.

Da rimarcare che è considerato uno dei matematici più importanti di tutti i tempi avendo dato contributi come detto oltre alla fisica matematica  anche alla matematica celeste.
Nel 1893 Poincaré fece parte del Bureau des Longitudes, ove si occupò del problema della sincronizzazione dell’orario nel mondo.  Dopo una prima soluzione infruttuosa, nel 1897  con altre considerazioni matematiche queste lo portò a considerare il problema di stabilire i fusi orari e la sincronizzazione temporale tra corpi in moto relativo tra loro (uno studio sulla relatività).
Fece anche l'ingegnere per le ferrovie francesi, insegnò all'Università della Sorbona e nel 1912 subì un importante operazione e successivamente mori per un embolia a soli 58 anni.
È ora sepolto presso la cappella della famiglia Poincaré nel Cimitero di Montparnasse a Parigi.
Nel 2004 il Ministro francese per l’Educazione, Claude Allegre, ha proposto che Poincaré sia sepolto nel Pantheon di Parigi, che è riservato solo ai francesi più importanti.
Una foto da Wiki con un altro importante personaggio nel campo dei grandi scienziati del secolo passato

Marie Curie e Poincaré discutono nel 1911 alla Conferenza di Solvay .

Così ora so chi ha deciso i fusi orari di cui noi tutti usufruiamo. Probabilmente non ricorderò facilmente il suo nome ma quando qualcuno lo nominerà senz'altro una lampadina si accenderà nella mia memoria...come quella di Archimede di Topolino.

Buona giornata a tutti.

Note
Chiedo scusa alle mie amiche chef, so che loro preferiscono ricette sempre nuove ed interessanti ma fare solo cucina  (poi siamo solo 2..) non è nelle mie corde io devo variare ma non vi preoccupate ho delle chicche in lavoro.... ^_____^  sorrisone.

Questa rosa blu e pietre prezione per tutte voi che avete la pazienza di leggermi.

23/02/15

Costine di maiale allo zenzero con sherry secco

Questo è un post che avevo preparato di ritorno dalle vacanze in campeggio in Austria.
Non so come mai non l'ho ancora pubblicato....è rimasto tra le bozze e considerando che è un piatto quasi invernale ho pensato di metterlo online. Lascio il testo esattamente come scritto ...in luglio 2014...


Forse si è capito che io adoro lo zenzero, mi piace il suo sapore piccante che si può mitigare con la quantità e le aggiunte di altri ingredienti quali panna, yougurt ecc.
Avevo pubblicato una ricetta di costine di agnello e maiale Costine in salsa di formaggio ma queste costine favolose mangiate in campeggio al piccolo "Kaerntner Schmankerl" sono favolose. La foto è dal sito del campeggio.


Di solito mangio la "Bratwurst" (salsiccia arrosto di particolare impasto da grigliare) assieme all'immancabile "Kartoffelsalat" ovvero patate insalata il cui condimento non è solo olio e aceto, ma completato con una salsina di erba cipollina e  l'immancabile aglio moolto buono.
Questo piatto lo fanno una volta alla settimana,  il sabato,  infatti non è nemmeno incluso nella lista fissa ma la aggiungono come piatto del giorno.
La cottura prevede solo 10 minuti ma richiede una preparazione che deve avere il suo tempo. Siccome la cuoca ha anche la gestione del locale e ci conosciamo da un pò di anni, è stata ben contenta di darmi la ricetta. 

Ingredienti per 4 persone
( datami per una ma ho voluto aumentare le proprozioni per un minimo di commensali e è anche più facile anche da scrivere)

1,5 kg di costine di maiale
2 cucchiai di aceto di vino bianco
6 cucchiai di sherry secco (tipo Porto ma non dolce)
1 uovo
2 cucchiai di un  insaporitore - 
(potete scegliere qualcosa sul tipo Ariosto o miscelare un insieme di odori freschi a piacere)
20 gr di zenzero fresco
60 g di porro - la parte bianca
2 cucchiai di zucchero
sale e pepe
250 ml di olio di girasole
(voi usate quello che vi aggrada ma non vi consiglio quello EVO)
4 cucchiai di salsa di soja
(se trovate usate quella non salata)

(ho cercato di centrare il piatto con il cell. per me con questo piatto si mangiava in 3 ma loro abbondano sempre, noi  eravamo in due, quindi ho portato in roulotte quello che avanzava e gustato il giorno dopo )


Preparazione: fase 1
Le costine se sono grandi devono essere tagliate a metà ed al caso tolto il grasso in eccedenza.
In una pentola portate ad ebollizione abbondante acqua salata e fate cuocere le costine per 15 minuti, scolarle ed asciugarle magare stendendole su un canovaccio.

Per la marinata - 
in una capiente ciotola mescolare mezzo cucchiano da tè di sale assieme ad 1 cucchiaio di aceto, 2 cucchiai di sherry secco **, l'uovo ed l'insaporitore da voi scelto in ragione di un cucchiaio da tè. Mescolare tutto molto bene.

Per la salsa -
pelare lo zenzero e grattugiarlo il più fine possibile. Pulire il porro e tagliarlo a striscioline sottili,  potete usare anche la parte verde purchè sia tenera.  Completare con il rimanente sherry secco, l'aceto e la salsa di soja, 4 cucchiai di acqua, lo zucchero ed il rimanente insaporitore, pepe e mescolare bene il tutto.

Preparazione: fase 2
Immergete nella marinatura le costine ben asciutte e rivoltatele più vole in modo che siano ben coperte. Mercolate di tanto in tanto e lasciatele marinare per 10 minuti.
Io consiglio di lasciarle a marinare anche per 30 minuti.

In una capiente padella dai bordi alti (se avete il wok meglio), riscaldare l'olio. Scolare le costine dalla marinata e friggerle girandole spesso in modo che prendano colore e diventino croccanti. Vi serviranno all'incirca 10-15 minuti (il fuoco non deve bruciarle). Poi toglietele e appoggiatele su carta da cucine per assorbire l'eccessivo grasso.

Ridurre l'olio in cui avete fritto le costine di circa la metà e cuocete senza friggere lo zenzero ed il porro preparato e lasciate il tutto che si ammorbidisca per 5 minuti riducendo il calore.
In un altra casseruola prendete la salsa preparata e fatela cuocera in modo che si addensi bene a fuoco medio-alto, vi serviranno circa 1-2 minuti.
A questo punto aggiungete le costine fritte, mescolate bene in modo che assorbano bene la salsa e continuate a cuocere a fiamma bassa per pochissimo ancora max. 1 minuto.
Le costine a questo punto sono pronte e vanno impiattate subito e servite calde con la salsa.

NOTA:
Ovviamente tutto questo lavoro di preparazione la signora lo fa prima in modo che all'ordinazione non deve far altro che aggiungere le costine alla salsa e riscaldare il tutto velocemente in modo da servire caldo ma non bollente. L'assemblaggio costine e salsa avviene all'ultimo momento per non far perdere la croccantezza alle costine stesse.
Vi assicuro che sono squisite e se vi piace il piccante aggiungere al piatto finito ancora una grattatina di zenzero.

** Se non trovate lo sherry secco, da noi sotto il nome di Porto Dry mi sembra della Sademan, potete usare anche la grappa classica, il cognac che darà un sapore particolare o altro liquore purchè sia secco mai dolce.

Spero che se lo provate vi piaccia.
Vi auguro una splendida giornata.

22/02/15

Intermezzo Domenicale !!!! ....Notte degli OSCAR - 87.a edizione al Governor's Ball 2015 - Domenica 22 febbraio

Negli anni passi per la 84 e 85.a edizione della notte degli OSCAR avevo pubblicato su questo avvenimento come descritto dall'amica Marina del sito Mangiare Bene  ed ho pensato avendo saltato il 2013 di riproporre la notte degli Oscar 2015 come un Intermezzo Domenicale con le curiosità del come, quando, chi, menù ecc. avverà/avviene in questa indimenticaile notte.

Anche quest'anno il menu sarà quello proposta dal onnipresente Wolfgang Puck che è lo chef più "in" degli states offrirà ad oltre 1500 ospiti per festeggiare i vincitori nel famossimo Governor's Ball di Hollywood.
Al centro della Ray Dolby Ballroom del Hollywood & Highland Center campeggiano due enormi Oscar, si potrà circolare liberamente con spazi appositi per sedersi ecc. creati da Cheryl Cecchetto in un atmosfera "glamour e rilassata. Inutile precisare che i camerieri saranno un esercito ed i mini piatti creati dallo chef saranno oltre 50 senza mancare i buffet a tema ed una grande varietà con un occhio particolare ai piatti vegani. Non mancheranno dice lo chef anche i piatti favoriti dalle star degli anni passati. Tenete conto che lo chef è presente a questo avvenimento da 21 anni consecutivi.
Vi invito a leggere il resto se non altro per curiosità al link che vi rimetto QUI

(questa immagine è stata tratta dal sito Mangiarebene di cui avete il link per sua  gentile concessione ed a sua volta l'immagine è...image credit: ©A.M.P.A.S.)


Ci sono tantissimi articoli interessanti ed immagini bellissime che però non è possibile riportare qui ma vi posso solo dare i rispettivi link:

- articolo d'introduzione con carrellata di immagini cliccate  QUI
- Oscar di Salmone (affumicato scozzese alla Puck) - la ricetta QUI 
- Datteri farciti - la ricetta QUI

ecc. ecc., se andate al link riportato all'inizio del post Mangiare Bene, poi prima dell'immagine come  QUI e poi al QUI come articolo d'introduzione troverete tutti i link alle varie ricette che sono state presentate e, alla seconda immagine dopo quella che vedete, avrete il Menu completo della serata dello chef Puck. Vi metto ancora il link al riepilogo Menu in italiano fatto da Marina che trovate QUI e QUI.

Sono troppe le indicazioni e ripeto, non è possibile riportarle tutte  il post sarebbe tutto un LINK.

Vi lascio un filmato "Red Carpet" dove hanno sfilati gli attori della passata stagione




ed a quest'altro link  http://dai.ly/x1gd4mv  troverete come filmato quasi tutta la serata e relativa presentazione dei vari film in nomination del 2014. Non mi è possibile inserirlo qui perchè non è presente il codice da prelevare per blogger.

Spero che troviate tutto molto interessante e che magari troverò sui vostri blog qualche sfiziona ricettina della serata degli Oscar rivisitata secondo il vostro gusto ed in base agli ingredienti reperibili nelle vostre città.

Un abbraccio e buona domenica degli ..Oscar.

20/02/15

"Accesso Negato" impossibile aprire improvvisamente cartelle e file

Credo che a questo punto un post tecnico ci vuole, dopo l'abbondanza di ricette, racconti sul carnevale, l'isola dei gatti ecc....cambiamo altrimenti vi abituate troppo bene
 

Questa è un'altra utile informazione ed aiuto da parte del mio solito amico Vinnie.
In alcuni casi, a me è già accaduto più volte, improvvisamente vado a aprire un file o una cartella e Windows mi dice con la sua solita finestra errore...mi dice  "Accesso Negato" e quindi è impossibile aprire e vedere il contenuto.

Il motivo è principalmente dovuto alla mancata autorizzazione dell'utente che sta usando Windows per aprire file e /o cartelle. Il problema può riscontrarsi a seguito forse di una formattazione o reinstallazione del sistema operativo come pure ad uno spostamento di un disco di quel file o cartella, ecc. Purtroppo qualsiasi sia la causa ad " accesso negato" non si riesce ad aprire nulla.
A questo inconveniente ci viene incontro il nostro amico che ci segnala un  piccolo programma ovviamente gratuito che si chiama TakeOwnershipPro, valido per tutte le versioni di Windows.
Questo farà in modo di ripristinare la possibilità di accedere a quanto bloccato concedendogli l'autorizzazione di cui necessita Windows  aggirando in questo modo l'errore.

Finestra errore Accesso negato in Windows


Il resto della spiegazione di come utilizzare questo programma, dove scaricarlo e come usarlo lo trovate sul sito di Vinnie - Guidami.info e la foto suindicata che dice "accesso negato" è del suo sito.

A mio parere è un programma molto utile e di facile applicazione ed uso. Nella stessa pagina del sito troverete l'indicazione di un altro programma molto utile. Si tratta su come "sbloccare ed eliminare file in uso di altre applicazioni" che anche se non le state usando il vostro PC le vede e legge come sotto utilizzo.
A me succede tantissime volte forse perchè uso due sistemi operativi diversi su due memorie distinte ma entrambe usano la stessa scheda video, audio ecc. e non rilevano che in realtà sto usando due memore e due sistemi operativi diversi.

Spero di avervi fatto cosa gradita e vi auguro buona giornata.



17/02/15

CARNEVALE : Martedì GRASSO : febbraio, 17 - 2015

Ogni anno ho scritto qualcosa sul Carnevale trovando curiosità, notizie, ricette di dolci e tanto altro. Io credo di non avere più alcuna notizia nuova da scrivere sul carnevale anche perchè nel corso di questi 5 di anni di blog le notizie sul web sono diventati talmente tanti che ognuno ha la possibilità di trovare di tutto mirando la ricerca su quello che esattamente gli interessa.
Questa volta parliamo di un giorno particolare parliamo di ........

Martedi Grasso 
 oggi
 ultimo giorno di carnevale


E' una festa che rappresenta la fine della settimana dei sette giorni grassi e precede il mercoledi delle ceneri che segna l'inizio della Quaresima e molte persone si recano in chiesa a confessarsi in questa giornata. Molte celebri sfilate di carnevale hanno luogo proprio il Martedì grasso.
Il calo delle celebrazioni religiose d'astinenza durante la quaresima ha fatto perdere l'intesità tipica della religiosità trasformandola in una festa sentita sopra tutto dai piccoli coivolgendo anche il martedì grasso.
Infatti in questo giorno si voleva che venissero consumati tutti i cibi più prelibati rimasti in casa e proprio il fatto che erano cibi grassi in Italia divenne il "Martedi grasso" come in Francia "Mardi gras", in Sardegna la "Mamoia o Martisero", a Ulassai "Martisperri".
Si esclude però da questo conteggio la diocesi di Milano che segue il "rito ambrosiamo" con un periodo carnevalesco più lungo e la Quaresima inizia cosi la domenica seguente e quindi i festeggiamenti sono posticipati di quattro giorni e diventano sabato grasso o carnevale ambrosiano.

Curiosità:
- negli USA - Regno Unito e paesi del Commonwealth : si festeggia il Pancake Day .... frittelle


- in Germania e Paesi Scandinavi : si chiama Rosenmontag - lunedi delle rose perchè cade il lunedi ed in Svezia dal dolce Semlia diventa Bolludagur o Semladag
- in Polonia si festeggia Tłusty czwartek (= il giovedì grasso), che precede il martedì grasso e si mangiano i bomboloni alla marmellata di rosa (Pączki).


Il "martedi grasso" cade ogni anno in giorni diversi, nel 2015 cade il 17 febbraio, nel 2016 cadrà il 28 febbraio, nel 2018 cadrà il 13 febbraio, nel 2019 cadrà il 5 marzo, ecc. ecc. ecc. 
Se volete vedere tutte le date ed altre informazioni andate su WIKI  dalla quale ho tratto tutte le informazioni qui riportate.

In questi 5 anni di blog ho trovato tante informazioni, curiosità, ecc. sul carnevale e l'unica cosa su cui non avevo parlato era il Martedì Grasso. Ho pensato per chi si fosse aggiunto come mio amico da poco forse avrà piacere di leggere alcune curiosità e notizie inusuali che avevo trovato e questo è il link da clicare sulla parola .... : CARNEVALE  
Allo stesso tempo mi permetto di mettervi due immagini con i link sotto le stesse per due post a cui tengo in modo particolare: quello mia città e quello che si riferisce al  più antico carnevale in Italia.




Spero che il post non si troppo lungo e monotono al caso, lasciatelo a metà...io non lo saprò mai.
Un abbraccio e buon "martedi grasso" a tutti.

 (Questo pierrot dal web free l'ho da tempo mi è sempre paciuta)

16/02/15

Crostoli senza uova quasi di vetro crack..... che poi diventano gnocchi

Questo post non è una ricetta, perchè la ricetta la trovate dall'amica Federica al suo blog


che ha per titolo " Crostoli che fanno crunch".

Gli ingredienti sono perfetti per me che non posso gli zuccheri in quanto sono rappresentati solo da "yougurt e farina" ed ovviamente olio di semi per friggere. Sono delizioni, sottilissimi e fanno veramente "crunch".
Non scrivo la ricetta, andate da lei al suo blog io vi mostro solo il mio piatto



Siccome erano tanti ho chiamato i miei amici in aiuto e penso siano stati molto contenti.

Ho fatto un pò troppo impasto e mi ero stufata di friggere...ho deciso di provare ad utilizzarlo trasformandoli in gnocchi... detto e fatto sono venuti meravigliosi e stasera li mangeremo con un sughetto leggero fatto con burro e salvia ed una grattatina di provolone dolce stagionato. Ecco le fotine




Praticamente è come fare i gnocchi ad acqua solo che qui gli ingredienti sono yougurt e farina ed anche  nella cottura hanno tenuto benissimo. Non si sente il sapore leggermente acidulo dello yougurt e con questo condimento leggero sono perfetti....risolta una cena alla veloce!!!

Grazie Federica  ciaooo.


15/02/15

Intermezzo Domenica !!! - Tashirojima - Cat Island... l'isola dei Gatti (Giappone)

Pensavo di fare un post da pubblicare durante la settimana ma mi sono resa conto che è più adatto come intermezzo domenicale.
Tashirojima è un isola situata nella parte orientale del Giappone. E' nota a livello turistico per la presenza di questa grandissima colonia felina che è superiore alle unità umane presenti sull'isola.
I gatti furono introdotti nel tardo periodo Edo per conservare la cultura dei bachi da seta dai topi.
Da quella volta i gatti sono aumentati, vengono considerato animali prtafortuna e sono da proteggero oltre che nutrire e sono assolutamente proibiti le presenze di cani.
Fu colpita da terremoto e dal seguente tsunami di Tohoku nel 2011 avertito dalgli animali hanno subito pochi danni perchè anche situata dietro una penisola malgrado la vicinanza all'epicentro. Sono sopravissuti anche perchè le abitazioni sono ubicate a dieci metri sul livello del mare.
Info. e storia tratte da WIKI  dove potrete legge anche altre curiosità.
Il video è stato girato l'anno scorso ma ci sono anche altri a me è piaciuto questo per l'arrivo in barca all'isola.



Vi do anche il link nel caso che non lo riusciate a vedere dal blog




Certo coloro che prediligono i cani si sentiranno messi da parte ma io non ho trovato alcuna isola per loro ufficiale ma vi dico su quale isola ho trovato io tantissimi cani da caccia.
Tanti anni fa sono andata alle Egadi composte dalle isole Favignana, la più grande ove è possibile anche la circolazione veicolare; Marèttimo la più occidentale e se mare mosso difficile da raggiungere; Levanzo la più piccola delle Egadi di solo 208 anime, rggiungibile con l'aliscafo da Trapani senza alcun traffico veicolare.
Nel periodo precedente all'apertura della caccia, la maggioranza dei padroni di cani li portavano e lasciava sull'isola. Quando andavamo a fare la passeggiata (l'isola si girava a piedi tutta velocemente)  eravamo sempre accompagnati da un codazzo....di cani di tutte le taglie. Che sia questa l'isola dei cani ????
Vi lascio un immagine di Levanzo tratta da Wiki.




Auguro a tutti una bellissima domenica.

14/02/15

SAN VALENTINO

E' da quando che ho aperto il blog che scrivo di questa festa degli Innamorati e penso che come storia ecc. orami non ci sia nulla da dire.
Chi ha piacere di leggere del perchè di questa festa e anche quale ricorrenza tragica si ricorda avvenuta in America il 14 febbraio basta cliccare QUI i post partono dal 2010.
Un immagine di Peynet che racchiude tutta la poesia dell'Amore



Non posso riportare altro dai miei vecchi post perchè gli altri sono dei filmati e li potrete andare a vedere se vi fa piacere nei rispettivi post annuali.

Una chicca per voi risalente al 1945.....


.....un video/animazione, nato dalla collaborazione tra Walt Disney e Salvatore Dalì e penso che li conosciate entrambi.
Questo corto di anumazione che è stato prodotto dalla Disney nel 2003 ma il lavoro risale al 1945 dalla collaborazione appunto tra W.Disney e S.Dalì con le musiche eseguite dal compositore messicano Armando Dominguez.
Il corto animazione narra la storia di una fanciulla alla ricerca del suo amore, IL TEMPO, attraverso i surreali spazi dei deserti di Dalì. Disegni e bozzetti di "Destino"realizzati dall'artista negli studios Disney John Hench e dallo stesso Dalì in 8 mesi dal 1945 al 1946. Per problemi finanziari subiti dalla Disney nel periodo durante la seconda guerra mondiale per la grave situazione di crisi economica il progetto fu abbandonato.
Hench produsse un piccolo test d'animazione della durata di 18 secondi sperando in un recupero futuro del progetto, mentre solo nel 1999 Roy Edward Disney, nipote lavorando alla realizzazione di Fantasia 2000 rispolverò il progetto "Destino". Per il ripristino e completamento del cortometraggio vennero incaricati gli studios Disney di Parigi ed il fil fu prodotto da Baker Bloodworth e diretto dall'animatore francese Dominique Monfrei.
Un team di circa 25 animatori si diede da fare per decifrare gli storyboard criptici di Dalí ed Hench (avvalendosi anche dei diari scritti dalla moglie di Dalì, Gala). Alla fine il risultato fu questo cortometraggio in cui sono mescolati elementi di animazione classica a ritocchi apportati con la computer grafica.

Quanto sopra è stato tratto da WIKI, ma il filmato è stato messo su YouTube nel maggio del 2012 da "anestopositonio"    che ha anche riportato lo stesso articolo che ho trovato su Wiki.
Io l'ho trovato stupendo e adatto a festeggiare SAN VALENTINO e tutti gli innamorati.




Spero che piaccia anche a voi e vi auguro una bellissima giornata e vi lascio con un lavoro di grafica della mia amica Greis. Il suo blog lo trovate cliccando l'immagine, sempre sua, nella header.



 
Ciaoooo

PS.
Se volete vedere un bellissimo filmato di Walt Disney andate a questo LINK

12/02/15

Vi mancano manuali d'uso per cellulari, tv, hi-tech in genere... "Leggete il Post"

Quando si acquistano cellulari, tv, fotocamere o altro hi-tech, oggi i manuali d'uso sono raramente allegati in cartaceo ma è facile trovare dei dvd con le istruzioni oppure bisogna andare sul sito del fabbricatore per scaricare il manuale che ci serve.
Succede anche che alle volte noi perdiamo o non troviamo più il famoso libretto d'uso perchè magari quel tal oggetto non l'abbiamo usato da un pò di tempo e non ci ricordiamo oppure lo vogliamo vendere o regalare ma non abbiamo più traccia del manuale d'uso.

Il mio caro amico Vinnie dal suo sito Guidami ha trovato il modo per farci trovare quello che ci serve e non abbiamo o non troviamo.
Lui dice "........ad ogni modo potrebbero tornare utili i siti web creati appositamente per ospitare migliaia di manuali d'uso per i più disparati dispositivi tecnologici quali cellulari e tablet, televisori, macchine fotografiche, computer e via dicendo. A tale proposito a seguire andiamo a vedere una lista di siti internet sui quali trovare e da dove scaricare manuali di istruzioni hi-tech." ......



foto preso dal sito Guidami

Vi consiglio di andare sul sito indicato dove troverete tanti link dove mettono a disposizioni i Manuali d'Uso che ci potrebbero servire. Vi rimetto QUI il link a Guidami ed il prima della lista dei tanti link messi a disposizione : Manualsonline.com.

Spero che vi sia utile a me sì e tantissimo.
Buona giornata.

10/02/15

Ravioli verdi in crema di radicchio rosso e stracciatella


Ogni tanto mi viene voglia di pasta ripiena e quindi ho acquistato dei ravioli verdi al radicchio freschi in un pastificio di mia fiducia. La pasta non è molto presente a casa mia ma ogni tanto la mangiamo anche se maritozzo da buon figlio di napoletano la mangerebbe ogni giorno.
La quantità era più che abbondante per noi due ma, si è presentato un ospite non previsto e quindi dovevo inventarmi un condimento per rendere il piatto più corposo e sostanzioso e naturalmente abbondante. Voi direte perchè non ha fatto altre cose???? Giusto, ma era venerdi e quindi la spesa la faccio di sabato e non tengo mai il frigo troppo pieno preferisco avere sempre gli alimenti freschi. Verdura e frutta era presente questa non manca mai l'acquisto quasi giornalmente.
Un ragù di verdure come condimento sarebbe andato bene ma era troppo leggero quindi creare qualcosa con maggior consistenza ...detto e fatto!!!!

Ingredienti
1 cespo di radicchio quello a foglie larghe
2 cipollotti freschi
200 g di stracciatella 
 (di bufala fatta con la panna e pezzi di pasta filata si acquista anche nella grande distribuzione nulla a che vedere con la stracciatella di uovo o il gelato stracciatella latte e cioccolato )
sale  (io uso quello rosa himalajano)
1 vasetto di yougurt (io magro)
pepe
1 cucchiaino di aglio in polvere o 2 spicchi fresco
1 cucchiaio di olio di oliva 
( non evo troppo forte come sapore)



Preparazione
Il radicchio che ho usato è questo della foto che ho preso da google immagini non avendo fotografato il mio e, lo si deve sfogliare e togliere la parte bianca centrale quella più larga.



In una capiente padella con il cucchiaio d'olio, fate appassire le foglie di radicchio assieme ai cipollotti tagliati incluso la parte verde integra, l'aglio tagliato se fresco (non quello in polvere) bagnate con un goccio d'acqua e lasciata appassire tutto ben bene per circa 10 minuti a fuoco basso poi spegnete e fate intiepidere. 
L'aglio in polvere lo metterete quando frullerete il tutto altrimenti se lo mettete a cuocere brucia e da sapore amaro.


Versate poi tutto assieme alla stracciatella  ed al vasetto di yougurt nel robot con un pò di sale e pepe e l'aglio in polvere e frullate fino a che il composto sarà omogeneo.

stracciatella
crema completata

Nel frattempo avrete messo a bollire l'acqua con un pò di sale ed un cucchiaio di olio per cuocere i ravioli. L'olio serve per non farli attaccare ed io uso sempre anche quando cucino spaghetti o qualsiasi altro tipo di pasta. I miei avevano un tempo di cottura di 5 minuti,  regolatevi a secondo del  tempo di quelli che farete o acquisterete pronti o a secondo del formato, grandezza ecc.


In questi miei 5 minuti di cottura ho predisposto i piatti per impiattare e sul fondo ho messo la crema/salsa al radicchio e quando cotti i ravioli presi con la schiumarola e direttamente nel piatto sopra la salsa.
Un pò di salsa ancora sopra e se proprio non potete fare a meno una spruzzata di formaggio grana reggiano o padano che io però non ho messo.


In questo modo i 250 g di ravioli sono stati sufficienti per noi tre accompagnati con una bella insalata mista ha soddisfatto tutti. L'ospite improvviso ma non giunto a mani vuote ha portato una bottiglia di vino Pinot Bianco ed  un semifreddo per dessert e così si è fatto perdonare dell'improvvisata.

Questa non vuole proprio essere una ricetta ma un idea di come utilizzare verdure assieme a formaggi diversi dei soliti  per fare un condimento anzichè il solito ragù di carne che io comnque ho sempre pronto in congelatore fatto da me.
Scusate per le foto.

Buon appetito e buona giornata.




08/02/15

Intermezzo Domenicale !!!! Ho'oponopono video e canzone di Aman Ryuseke Seto!

Questo video e canzone l'avevo trovato parecchio tempo fa ma è passato inascoltato quasi inosservato invece mi sembra bellissimo e anche riscalda un pò la mente e le ....ossa oltre il cuore visto che le immagini sono prettamente estive.
"HO'OPONOPONO" ha un suo preciso significato. E' un parola che appartiene alla cultura Hawaiana e tradotta significa  " mettere le cose al posto giusto" o in termini più semplici aggiustare le cose.
Diciamo che è una specie di "mantra" indicando il modo di come ognuno di noi potrebbe aggiustare e mettere a posto delle cose. E'una tecnica potente e richiede che ognuno si renda conto delle verità che sono dentro di noi e non all'esterno ed inoltre ha aiutato un medico che potrete leggere e comunque per approfondire questo concetto vi rimando a due link QUI  e QUI e ognuno potrà trarre le proprie conclusioni.



Io trovo a parte il significato la musica e le immagini molto belle e rilassanti e spero che le stesse sensazioni le possiate recepire anche voi.

Un abbraccio e buona domenica.

06/02/15

Trieste ieri 5 febbraio e questa mattina 6 febbraio

Un piccolo post giusto per far vedere come soffia la nostra bora.
Moltissimi non hanno avuto il piacere, si fa per dire, di godersi appieno la nostra "BORA" specialmente in inverno con temperature basse e nevischio: una libidine !!!!!
Ogni 10 km/h, dicono, che la temperatura cala di 1 grado, ma parliamo di quella recepita,  quindi se ci sono ad esempio +5° e la bora soffia a 50 km/h la temperatura recepita è di O° , perche 1 grado ogni 10 km per i 50 sono 5 gradi in meno. Parliamo sempre di temperatura recepita, quella reale è sempre la stessa ma con la bora il freddo si sente più intenso.
Questa notte ha soffiato fino ad un massimo di quasi 160 km/h, ed alle 4:30 di stamane ci siamo dovuti vestire come esquimesi per mettere in sicurezza il condizionatore 50 kg che è stato dalla bora strappato ai sostegni e vagava nel centro del terrazzo. Alle 7:00 della stessa mattina analogo problema rispostato.
Sono al 7°piano e di fronte al terrazzo non ho alcun riparo solo l'altopiano sulla sinistra ed il boschetto sulla destra e la bora soffia direttamente su di noi.
Vi lascio un link della cronaca Triestina con un video girato tra ieri e stamane. Non posso portarlo qui perchè non ho il codice necessario.


Altri video al momento non sono stati pubblicati ma da domani tutti quelli che hanno fatto un  video li metteranno su You Tube.

Un'altro video di pochi minuti fa

Io vi metto due foto del mio terrazzo dove vedere il condizionatore spostato. Fotografato oltre il vetro altrimenti volo io, macchina, ecc.


 Vedete i cavi sulla destra in fondo che lo tengono si è spostato di oltre 2 mt

Il mio terrazzo vedete il primo una certa lunghezza ed 
il secondo il crinale dell'altopiano dalla quale soffia in diretta


Un saluto e buon sabato.
<3 <3 <3

PS. Un altro post e filmato sulla BORA

05/02/15

Consigli utili : In casa ..... " Vecchi rimedi antitarme"



I consigli sono tratti da questo libriccino, come spiegato nel mio primo post di 
Consigli utili e questo è il link 


Continuo con i consigli utili per la CASA e anche se non dobbiamo ancora fare il cambio di stagione, prevenire con un consiglio da prendere nota e tenere a portata quando occorre mi sembra giusto.
Esistono oggi in commercio tantissimi prodotti per prevenire le tarme. Non tutti le hanno e magari quando serve si utilizzano bustine da appendere o mettere nei cassetti od utilizzari contenitori che dicono a prova di tarma ma non sempre è cpsì. Principalmente le tarme si presentano quando usiamo indumenti di lana, io in questo sono abbastanza salva perchè essendo allergica alla LANA uso solo viscosa o comunque tessuti non naturali..purtroppo!!
Ci sono ancora signore che usano la vecchia naftalina o canfora  da mettere nelle tasche dei capotti e non solo e poi quando vengono riusati non sempre l'odore scompare.

Il libriccino consiglia come prima cosa di utilizzare carta dei giornali dei quotidiani per intenderci in quanto allontanano i parassiti golosi di tessuto e quindi avvolgere i maglioni o altro con questa carta nei mesi stivi e si potrà notare una grandissima differenza: nessuna bestiolina vorace!!!
Altro rimedio  sarebbe quello di riporre tutti i capi in sacchetti di plastica (tutto pulito perchè le tarme adoronano l'odore umano), e disporre all'interno degli antitarme naturali che possono essere: la lavanda, l'alloro, la scorza essicata di un limone, la citronella o i chiodi di garofano.
I chiodi di garofano potrebbero essere messi direttamente nelle tasche degli indumenti (come si faceva con la naftalina o canfora), allontaneranno gli insetti lasciando un odore molto piacevole.

Vi riepilogo l'occorrente :

- Fogli di quotidiano
- Sacchetti di plastica
- Foglie di alloro
- Lavanda 
- Citronella (ottima anche per le zanzare)
- Chiodi di garofano



Io uso tantissimo le foglio di alloro sopra tutto dove conservo le pellicce. Sono vecchie lasciatemi da mia suocera per me importabili ma mi dispiace che vadano..mangiate e vi assicuro che serve.
Ovviamente l'alloro deve essere rinfrescato una volta all'anno perchè si essica e perde un pò dell'odore necessario per respingere gli intrusi.

Spero che anche questo consiglio vi possa tornare utile e vi auguro una bellissima giornata.


03/02/15

Tortelloni di magro con zabaione salato su spinacine saltate, pepe rosa e stracciatella (mozzarella)

Questo piatto è partito da una discussione che si ripete parecchie volte con il mio maritozzo in merito allo zabaione.
A Trieste "zabaion" è inteso il tuorlo sbattuto con una congrua quantità di zucchero fino a quando diventa chiaro e gonfio per gustarlo al meglio. Qualcuno ci aggiunge il latto caldo e poi lo beve intingendo i biscotti, altri  acciungono  il rum e la maggioranza lo mangia cosi a cucchiaiate. Veniva dato da sempre nel periodo del dopoguerra e anche anni dopo ai bambini oppure a convalescenti perchè doveva dare quella sferzata di energia necessaria visto che gli zuccheri sono immediatamente assimilabili.
Per mio marito(zzo) lo "zabaione" era solo che gli faceva da piccolo la mamma, mentre io cercavo di fargli capire che il vero zabaione veniva cotto a bagnomaria perchè si addensasse e poteva essere sia dolce che salato.
A questo punto mi ha sfidato di fargli uno zabaione salato: detto e fatto ho raccolto la sfida!!!!  
Giusto mi è anche capitato come ospite il solito nostro amico d'infanzia triestino che vive a Venezia per cui avevo un commensale e critico in più...a favore mio naturalmente

Ingredienti per 4 persone
500 g di tortelloni di magro freschi diricotta e spinaci
4 tuorli
200 g di spinaci novelli (potete usare quelli a foglie surgelati)
1,5 dl. di brodo vegetale (anche dado)
70 g di parmigiano reggiano gratuggiato
80 g di burro
1 arancia
cannella in polvere facoltativa
pepe rosa
1 noce di burro
sale 
100 g di stracciatella (sfilati di mozzarella in panna)
 2 cucchiai di latte

Ingredienti se fate voi i tortelloni:
300 g di erbette 
1 piccolo porro
200 g di ricotta (io la romana)
300 g di farina 00
1 cucchiaio di olio
acqua q.b
100 g di farina di mais rimacinata
sale



(qui vedete la creazione del tortellone con l'attrezzo a mia disposizione)

Preparazione
Preparare la pasta e penso che tutti lo sappiano fare ed io ho usato la cosidetta "pasta matta" senza uova ma solo con acqua ed olio. Lasciarla riposare per circa 30 minuti.
Nel frattempo pulire le erbette usando solo le foglie e farle appassire senza acqua, lasciatele raffreddare e tagliatele a coltello. 
In una padella con una noce di burro, fate saltare le erbette assieme alla ricotta, sale ed amalgamate tutto e lasciate raffreddare.
Tirate la pasta non sottilissima. 
Se avete per fare i tortellini l'attrezzo che ho usato io, dovete ritagliare con lo stesso dalla parte rovescia tanti pezzi tondi in modo che poi coprano ampiante lo stesso. Sulla metà mettete una parte della farcia e poi piegate l'attrezzo stringendolo forte in modo da formare il tortellone come vedete. Passatelo nella farina rimacinata in quanto questa non viene assorbita dall'impasto.
Se invece non avete l'attrezzo ( quella della foto colage) e li fate a mano, vi consiglio di fare delle striscie nel cui centro distanziato dal bordo e distante l'una dall'altra metterete un cucchiaino di farcia. Bagnate leggermete i bordi della striscia e la separazione dei vari gruppeti e sormontate con un altra striscia facendola  aderire per la lunghezza e premendo con le dita tra un gruppo di farcia e l'altra.
Poi ritagliate o con l'attrezzo dentellato oppure con l'imbocco di un piccolo bichiere che premerete tenendo il ripieno nel centro e formando tanti tortellondi tondi. Non è la forma che interessa principalmente.
Preparateli tutti sempre coprendoli con la farina rimacinata.

In una padella fate appassire assieme ad un cucchiano abbondante di pepe rosa leggermente schiacciato ed un filo di olio. Devono giusto appassire e asciugarsi.


La stracciatella (mozzarella e panna)  la metterete in una terrina con un pò di latte e frullatela per spezzare i filamenti di mozzarella deve diventare una crema.

In una terrina lavorate il formaggio assieme al burro lasciato a temperatura ambiente in modo che diventi tutt'uno con il formaggio e grattugiate la buccia dell'arancia : attenzione non il bianco.
In un altra terrina che possa andare poi a bagno maria, lavorate i tuorli e lavorateli con la frusta a mano  o fruste elettriche fino a quando non diventa spumoso.
Poi appoggiatelo nell'acqua che nel frattempo avrete riscaldato e poco alla volta sempre sbattendo con la frusta manuale aggiungete il composto di burro e formaggio. Quando tutto sciolto mettere il brodo e sempre con la frusta - attenzione non deve bollire - , fate cuocere lo zabaione fino a quando non sarà denso poi mettetelo da parte perchè se passate il punto di cottura potrebbe impazzire.

In una grande pentola con acqua bollente e sale, fate cuocere i tortelloni e quando vengono a galla calcolate 2 minuti e toglieteli con la schiumarola, poggiateli su un piatto leggermente oliato perchè non si attacchino.

(..si non sono molto belli ho fatto la pasta troppo sottile ma erano buonissimi)

Impiattate in questo modo....
- prima gli spinacini saltati al pepe rosa
- una cucchiata sparsa di stracciatella
- i tortelloni, io ne ho messo circa 7 pezzi ma erano molto grandi
- versate lo zabaione salato a coprire abbondamente 
e servite. 

Mentre  s'inforchetta si prende lo zabaione, tortellone con la stracciatella e gli spianci ed il sapore è meraviglioso nessuno sovrasta l'altro.

scusate la foto non proprio bella ed accattivante ma maritozzo ed amico se la sono presa la loro questa è la mia la cui eleganza lascia desiderare


Marito(zzo) ha detto: buono questo zabaione salato da ripetere !!!!!! 

Scusate le foto, la lunga spiegazione ma preferisco essere chiara onde evitare eventuali problemi a chi mi legge e vorrebbe provare per non  incorrere in errori capitati a me.

Buona giornata.

01/02/15

Intermezzo Domenicale !!! .. 100 Anni dal 1900 al 2000 attraverso le immagini che hanno fatto la storia

Guardando questo PPS mi sono detta "cavolo ho 100 anni" i personaggi che vedo in questa sequenza erano tutti presenti nel mio periodo dal 1943 a oggi e sono sicura che nessuno avrà mai più l'opportunità di poter dire di essere "vissuto in un periodo i cui cambiamenti sono stati talmente tanti che difficilmente si ripeteranno con tale velocità".



Quest'immagine di apertura estrapolata rappresenta la famosa Conferenza di Jalta del 1945  e sono i Tre Grandi della Storia : Winston Churcill, Franklin Delano Roosevel e Iosif Stalin.
Rispettivamente, Regno Unito, Presidente degli Stati Uniti D'America e Unione Sovietica per definire importanti decisioni sulla prosecuzione del conflitto della Seconda Guerra Mondiale e sulla nascita dell'Organizzazione delle Nazioni Unite. Fu tenuto pochi mesi prima della sconfitta della Germania Nazista. (Avevo 2 anni ma io c'ero).

Ho preso questa immagine perchè secondo me è la più rappresentativa del periodo ma molto interessanti sono anche le altre dalla quale si evince la prosecuzione delle vari momenti nella realtà Mondiale non solo italiana e l'evoluzione sia nelle mode, cinema, sport, ecc. ed i  nuovi conflitti diciamo ...moderni ma molto crudi e crudeli.



Questa volta il video/audio convertito dal PPS senza fare alcuna modifica è riuscito alla grande merito di aver trovato un programm nuovo valido e gratuito. Vi consiglio di cliccare sul riquadro in basso a destra per avere a schermo intero perchè questa volta, almeno per quanto vedo io, rimane inalterato e non sgrana ed il suono rimane perfetto. Spero anche sui vostri PC.
E' una carrellata molto molto piena e senz'altro moltissime di voi ricorderanno i personaggi più o meno giovani a secondo della loro età attuale.

Spero sia stato interessante e vi auguro una bellissima domenica.
Ciaooo a tutti



Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole