Un altro splendido stallone

Un altro splendido stallone
Presa dal web ma non so di chi sia, al caso mi scriva che metterò il nome

20/05/18

Intermezzo Domenicale !!! ... Parliamo di Caffè la 2° e 3° ricetta di "40 Ricette Caffè del Brasile" il "Cafezinho" alla Brasiliana e "Brigadeiros" al Caffè


 

Le 40 Ricette di questo libretto non sono solo dei dolci ma anche vari modi di preparare un caffè, un cocktail, caramelle, un piatto di carne alla brasiliana, soufflè, mousse, ecc. io le condividerò tutte perchè secondo me alcune sono proprio interessanti e possono essere preparate anche con caffè di provenienza diversa.  Ci sono anche piatti salati come la carne alla brasiliana, il prosciutto alla salsa di caffè, flan, mousse, ecc. una bella raccolta.

Questa non è proprio una ricetta ma sono due modi di preparare il caffè alla moda "brasiliana" e parliamo del " Cafezinho". Anche qui ho preferito scanarizzare questi due modi perchè riportarle secondo me perdono il loro ...fascino.
Vi ricordo che basta un clic sull'immagine e questa s'ingrandisce per poterla leggerla bene - mi sono assicurata ...è leggibile e anche bene.
Ad ogni modo ricordate che qualsiasi pagina internet voi guardiate è possibile ingrandirla tenendo premuto il tasto Ctrl + la rotella del mouse in contemporanea per ingrandire o rimpicciolire a secondo di come la rotella sarà girata : in su o in giu!!  




L'altra ricetta è proprio una ricetta anche se molto semplice e parliamo del " Brigadeiros" al caffè che sono palline che vengono poi rifinite passandole nel cocco, molto facile ed il caffè esclusivamente brasiliano oggi potrà essere sostituito dalla misce che preferite.


Ingredienti

1 lattina di latte condensato
1 cucchiaio di cioccolata in polvere
1/3 di tazza di caffè forte
1 cucchiaio di burro
1 noce di cocco grattugiata *)




 Immagine sempre dal libriccino


Procedimento
In una casseruola (consiglio antiaderente) mettete tutti gli ingredienti salvo il cocco e portate sul fuoco medio mescolando continuamente fino a quando il composto non si staccherà dalle pareti e dal fondo della casseruola. 
Versate il tutto su un piatto o un piano di marmo o altro, ungete con un pò d'olio in modo che non si attacchi e lasciatelo  raffreddare.
Con le mani umide prendete un pò del composto formando delle piccole palline che passerere nel cocco grattugiato.


La prossima volta altre ricette 


*)
Una noce di cocco è intesa che in loco il cocco viene grattugiato fresco. Ovviamente da noi è impossibile e quindi usiamo le buste che si possono acquistare con il cocco già grattugiato.




NOTA Affluente
Questo libriccino più lo guardo e più mi rendo conto che sarà lunga riportare tutte le ricette. Come detto i dolci non li posso fare ma i piatti salati proposti con l'aggiunta di caffè possono essere interessanti e quindi vedrò di riuscire a provarli . Non sono molti ma m'intrigano.



Clic su "Storia di Caffè  e 40 Ricette Caffè del Brasile " tutti i post della rubrica.




PS.

Scusatemi ma con i lavori di due domeniche fa sono a nemmeno metà strada, causa pioggia e la famosa bora di Trieste su un terrazzo aperto senza copertura al 7° piano non è possibile lavorare vola tutto..... Quindi sono sempre a rilento sia qui che per passare da voi. Grazie della comprensione.


17/05/18

Sformatini vs souffle di finocchi uova formaggio su specchio crema di stracchino

Sformatini e/o soufflè non mi piacciono tanto ma ogni tanto li faccio perchè sono molto graditi a mio marit...ino. I soufflè in particolare li faceva molto spesso mia suocera e si raccomandava che il figlio e amici invitati fossero puntuali per vederlo uscire dal forno bello alto prima dell'afflosciamento che per quanto poco mia suocera si disperava sempre. 
Avendo dei finocchi a casa ingrediente principale e 2 belle confezioni di stracchino, ho optato per uno sformatino che con l'apporto di panna e uova sarebbe montato come un soufflè però senza un grande affossamento :D :D 
Ho preferito suddividere il tutto in 4 formine perchè sarebbe stato più facile impiattare e lo sformatino sarebbe rimasto integro come in realtà è accaduto.
Passiamo quindi alla ricetta.


Ingredienti per 4 persone

100 g di stracchino
120 g di parmigiano grattugiato
2 finocchi grandi
2 uova 
3 cucchiai di pane grattugiato
1 cucchiaino di burro
basilico 4-5 foglie 
50 ml di panna fresca
latte q.b.
sale - pepe






Procedimento

Pulire i finocchi dalle parti scure e con il pelucchino togliere i filamenti alle parti esterne se ritenete che non sono troppo dure altrimenti eliminatele. Tagliate a piccoli pezzi e lessateli in acqua bollente salata fino a quando saranno morbidissimi: io 20 minuti.
Scolateli e lasciate che perdano tutta l'acqua poi li trasferite in una ciotola. Aggiungete circa la metà del grana grattugiato e mescolate. Se i pezzi di finocchio vi sembrano ancora troppo grossi riduceteli. A parte mescolate in una terrina un uovo, il basilico tagliuzzato, sale e pepe, sbattete bene e versate il tutto sui finocchi e mescolate.
Imburrate una formina come la mia nell'immagine oppure anche altre di porcellana o di cotto che vanno in forno e vi consiglio di fare la monoporzione per la facilità dell'impiattamento.
Imburrate le formine scelte e spolveratele con il pane grattugiato elimando l'eccesso e versate il composto di finocchi. 
A parte, sbattete l'uovo rimanente con la panna, sale e versate il tutto sui finocchi dividendolo per quante sono le porzioni preparate per il forno ( io 4). Cospargete ancora un pò di pane grattugiato e mettete in forno a 170° se ventilato o 180° se statico per circa 15-20 minuti. Ad ogni modo verificate che non si scuriscano troppo, i finocchi sono cotti basta che il tutto monti come un soufflè.

In un pentolino a parte fate sciogliere lo stracchino con il rimanente grana grattugiato e la quantità di latte richiesta affinche il tutto diventi una salsina / crema morbida non liquida e non fissa: come una fonduta.

Dopo aver tolto le formine dal forno, lasciatele per 5 minuti  prima di impiattare in modo che si compattino e non si disfino nel passaggio. Potete mettere a scelta sul fondo delle cucchiaiate della crema prima dello sformatino ed aggiungere ancora un pò oppure versare la cremina solo sullo sformatino: a voi la scelta.

Se avete piacere completate ancora con un pò di formaggio grattugiato.

Buon appetito.



NOTA Affluente

Questo piccolo sformatino si gonfia come un soufflè però la consistenza è diversa e non si affloscia :) anzi rimane molto compatto anche alla prova ...forchetta!!
Si possono utilizzare anche altre verdure come il sedano rapa che va prima bollito e poi fatto saltare in padella ovviamente a chi piace il sapore. Oppure anche i topinambour oppure anche i carciofi però è meglio che utilizzate soltanto i fondi. Cambia solo l'ingrediente principale il resto rimane invariato altrimenti passiamo al soufflè :) :) vero e proprio e quindi non rimarebbe così compatto e morbido allo stesso tempo.





13/05/18

Intermezzo Domenica !!! ... Nuova Rubrica : Parliamo di Caffè " 40 Ricette Caffè del Brasile " - (1) " Charlotte di Caffè "




Come scritto nel primo post che trovate QUI, vi avevo preannunciato che dopo la Storia del Caffè avrei iniziato a condividere queste ricette che purtroppo non posso farle perchè i dolci mi sono proibiti e quindi, spero che qualcuno che mi leggerà li provi a meno che non li conosca magari rivisitati.  Apriamo le danze... con questa "Charlotte":



Ingredienti

8 tuorli, 
3 chiare,
 200 g di zucchero,
 12 cucchiai di caffè forte,
1 tazza  +  6 cucchia di liquore al caffè o cioccolata
 6 fogli di colla di pesce, 
 300 g di savoiardi 



Procedimento

I tuorli, le chiare e lo zucchero devono essere montate energicamente fino al radoppio del volume.
(non si parla di frullino elettrico..presumo lo facessero a mano con una semplice frusta)

Cuocetelo poi a bagnomaria e sempre sbattendo aggiungete il caffè ed  i 6 cucchia del  liquore scelto. Quando inizia ad addensarsi e diventa schiumoso levatelo dal fuoco. Aggiungete la colla di pesce , naturalmente prima ammollata in acqua fredda e poi spremuta, e continuare a mescolare fino a raffreddamento. 
Bagnate con il liquore uno stampo da budino - parte del liquore in tazza , foderate lo stanmpo lungo i bordi ed il fondo con i savoiardi imbevuti con parte del liquore scelto e coprite il fondo con metà della crema. 
Spezzetate i restanti savoiardi dopo averli bagnati con i liquore fate a stratu con la restane crema fino a riempire lo stampo.  
Mettete poi lo stampo in frigo per un minimo di 4 ore ma se tutta la notta ancora meglio.
Toglietelo dallo stanpo quando è ancora freddo è molto più facile, guarnite a piacere.

(La foto fa vedere che sull'alzatina è stata messa una guarnizione sul giallino come nel centro. Non c'è indicazione di cosa trattasi)



la foto come la vedete è proprio cosi con questo colore di patina..vecchio...

Ciaoooo


NOTA Affluente

Le ricette all'interno di questo libriccino all'origine erano in lingua portoghese. Per fare l'edizione italiana è stato tradotto ma non perfettamente per cui ho dovuto arrangiarmi per rendere più chiaro il procedimento e spero di esserci riuscita.
Sono convinta che la " charlotte" oggi sia un dolce molto conosciuto e quindi lo svolgimento sarà sempre lo stesso salvo gli ingredienti di questa charlotte che da campanilisti è il solo caffè brasiliano ad essere usato.

Click su " Storia di Caffè e 40 Ricette Caffè del Brasile " tutti i post della rubrica.
Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole