30/09/17

Nuova Veste, Nuova Impronta, prima di compiere 8 anni il Blog si rinnova. "Grazie a Iole, l'amica di sempre"

E' da un pò che ci penso ma non mi sono mai decisa a farlo perchè il blog aperto nel 2009 ancora oggi mi piace moltissimo. Mi sono resa conto però allo stesso tempo che la base del blog il famoso "template" era molto vecchio e quindi qualsiasi cosa volevo aggiungere era sempre più difficile perchè i codici nuovi non venivano accettati.

Ho deciso quindi di ricorrere all'aiuto della mia amica  IOLE  che conosco da tanti anni ma, è anche molto  conosciuta nel web per il suo blog, che conoscendomi molto bene sarebbe stato più facile spiegare quali cambiamenti volevo apportare senza spossesarmi dei colori attuali.



Lei elargisce widget, script, animazioni, ecc. e realizza siti web e restyling o ex-nuovo template per blog in buona parte gratuiti o con una piccola donazione per i lavori più lunghi che richiedono tempo. Questa volta nel restyling del suo blog, ha finalmente scritto qualcosa di se, cioè di essere laureata quale ingegnere informatico e quindi in grado di creare e fare quanto offre con grande competenza.
Posso assicurarvi che ha una pazienza infinita, in quanto la sottoscritta è molto difficile sopra tutto per quanto concerne i colori perchè io non amo i colori pastello o bianchi usati dalla maggioranza di siti e blog. Prediligo colori scuri e/o miscelati tra loro o sfumati come vedrete sul mio blog.
Da qui fare per me le migliorie e modifiche senza stravolgere il blog con il suo colore di base della quale non mi sarei mai spossessata non è stato facile: ma c'è l'abbiamo fatta :)
L'idea di apportare delle modifiche mi sono venute proprio a seguito del restyling che lei ha fatto al suo blog e quindi vi indico le migliorie/differenze applicate ora sul mio.


Memento Solonico
...nome del blog è ora in alto al centro non come prima lateralmente sulla sinistra. I font ed i colori sono stati creati da Iole concordati assieme e dopo varie prove mi sono finalmente, con la gioia della creatrice, piaciuti  :)

About me / Chi sono
Finalmente ho completato il "Chi sono io " da molte amiche richiesto anche se, molte cose le sapete già,  ma in questo modo ritengo siano più complete. Certo essendo del '43 il mio racconto parla di un periodo che forse molti conoscono perchè raccontato in famiglia. Qualcuno l'avrà vissuto, altri  marginalmente, per altri ancora sarà una novità e forse a loro sembrerà un racconto di "..quasi preistoriche", perchè per i giovanissimi è inconcepibile il non avere a disposizione quanto oggi offre la tecnolgogia. :D 

Il Menu
Come fatto per il suo ho richiesto che le voci che la compongono, posto sempre sotto l'immagine header,  rimanesse bloccata man mano che si scorre il post/pagina  durante la lettura in modo che se volete vedere altri post in gruppi particolari come "Intermezzi Domenicali - I miei Viaggi - Curiosando - ecc. basta passare con il mouse sull'icona senza andare a ricerche lunghe. Potrete potrete leggere subito nel gruppo scelto ed entrare direttamente. Certo come blog multitematicho le ricette non mancano ma nessuno degli argomenti trattati prevale l'uno sull'altro, in quanto i miei interessi sono molteplici e solo uno sarebbe per me una noia infinita e ne soffrirebbe la cosidetta "cultura generale" che ogggi è molto dimenticata nonostante esistano grandissimi mezzi per essere sempre a conoscen, informati e poter sostenere qualsiasi discorso: certo non si diventa scienziata ma dimostrare il "sapere" rende la conversazione interessante piuttosto che fare scena muta.


Contatti
Qui potrete scegli se scrivermi direttamente sulla mia mail "Gmail.com" oppure riempire il "contact.." ove troverete gli spazi preposti eventualmente per richieste e/o messaggi sempre diretti alla mia mail.

Lateralmente..
.....sulla sinistra ci tutte le icone dei social fissi scorrone assiema alla pagina rimanendo sempre in evidenza mentre invece alla destra trovate la freccia per andare su e anche giu senza dover usare lo scroll del mouse

Commenti
Rimangono sempre in fondo al blog con i social se volete condividerlo.

Colori e data
Come avrete notato il colore di fondo è rimasto lo stesso mentre invece sono cambiati pur rimanendo sempre gli stessi solo che sono stati miscelati per creare le scritte ed i contorni dei widget presenti nelle due sidebar laterali. Alcuni sono rimasti quelli di sempre ma altri si aggiungeranno o sostituiranno quelli più vecchi. La data posta a destra del post risulta molto più chiara e colorata rispetto a prima e secondo me molto più visibile.

Disclaimer
Anche questo è stato personalizzato con i colori del mio blog. Questo widget è già presente nel blog di Iole a disposizione di tutti basta prendere il codi ma, a richiesta, viene anche da lei personalizzato secondo richiesta della blogger usando i colori del suo blog.

L'archivio, le etichette, blogroll speciale
Sono stati messi in fondo perchè possono servire a me ed è giusto che non disturbino la visuale di quando leggete, ma se arrivate fino in fondo può essere utile anche a voi per una ricetta o altro che magari leggendo il titolo vi potrà interessare

Widget per compliblog e compleanno dell'autrice personalizzato
Questi due widget si trovano anche sul suo blog a disposizione di tutti ma i miei sono stati personalizzati con i colori del mio blog e quindi sono cosi ma solo per me


Altre cose che lei ha fatto ora mi sfuggono perchè ne ha fatte tante ed io mi confondo ...., ma se trovate delle novità queste sono tutte innovazioni dell'amica IOLE . Cliccate qui sul suo nome e  andrete direttamente alla sua pagina e troverete il restyling che ha fatto. Leggerete della sua piena disponibilità di fare template ecc. su richiesta, i widget o altro che possa servire al vostro blog e  personalizzato, cioè come voi lo desiderate,  sarà solo vostro non potrà essere adoperato da nessuno

Nel web si trovano vari siti di grafiche che offrono il loro servizio per siti, template ecc. con i costi relativi in base ai pacchetti offerti a secondo della richiesta se un template totale, eventuali aggiunte, qualche piccolo restyling, ecc. perchè sono tutti lavori che richiedono tempo e il ricevere rappresenta un piccolo contributo per il lavoro effettuato. Il continuo contatto online tra il richiedente e l'autrice serve assolutamente per verificare il lavoro richiesto e eseguito.
La visione sui rispettivi computer o notebook possono essere diversi perchè dipendono dal programma esistente nel sistema operativo usato e le impostazioni dei colori predisposti sullo schermo. Queste impostazioni non sono mai uguali e quindi i colori o altro possono essere visti con tonalità, ecc. diversi però, il nostro blog ugualmente ci rappresenta e lo possiamo definire il nostro  AVATAR. Per togliere una curiosità per qualcuno che forse non ricorda cosa significhi esattamente, vi mando alla pagina  QUI   dove troverete tutta la storia sull' AVATAR. 


L'autrice - l'amica IOLE -  ha avuto molta pazienza con me anche per capire cosa esattamente volevo anche perchè spiegarsi solo scrivendo non è sempre facile. Certo il blog doveva piacere a me e mantenere i colori di sempre solamente miscelati come è stato fatto.
L'amica Iole ha dovuto lavorarci parecchio ma non per colpa sua, bensi il mio "template" ovvero la base del blog in "html" era troppo vecchio rispecchio ai codici usati ora anche dalla piattaforma Google. Quindi il modo per fare diciamo "digerire al vecchio" il "nuovo" ci è voluto tempo ma da bravissima informatica ha trovato la soluzione con mia piena soddisfazione: non avevo dubbi !!!!
Oggi, 29 settembre ha voluto che stessimo assieme per sincronizzare tutto e per modificare o altro se qualcosa ritenevo non mi piacesse: abbiamo iniziato alle 20:30 circa e siamo andate a finire....anzi lei è andata avanti io ho ceduto :D :D

Io spero che noterete il cambiamento non aggressivo vi piaccia , il refresh del blog almeno per quello che mi risulta è velocissima: si vede che il vecchio "html" era vecchio è stanco.


Un carissimo saluto, buon sabato e grazie di avermi letta spero fino alla fine: siete grandi !!!



NOTA Affluente

Dimenticavo di dirvi che per i "Dispositivi Mobili" l'amica IOLE ha apportato dei cambiamenti. Lo sfondo scuro del blog nella versione web la lettura sarebbe risultata difficile. Quindi ho chiesto che apporti  la modifica che il blog in questa versione risultasse con lo sfondo bianco fermo restando i colori di base dei widget, scritti, ecc. che su uno  sfondo chiaro saranno ben visibili.Certo suchi legge sui dispositivi mobili di grandi dimensioni non avrebbe avuto alcun problema ma, su uno smartphone, come il mio la lettura sarebbe risultata difficile. Spero che questo incontri il vostro favore quando mi leggerete su tali dispositivi.


29/09/17

Cestino di formaggio ripieno ragù alle verdure, wuerstel con crema uova-yougurt

Vi avevo già detto che mettere immagini dei miei piatti su IG è stato facile e mi funge da archivio. Oggi prendiamo il piatto fatto l'8 agosto e, preparando oggi il post in una data diversa, il mio ricordo va ad una giornata caldissima sopra tutto in cucina. Mangiare si deve e come detto precedentemente non si può sempre mangiare cose fredde :(
Avevo visto in una Gastonomia/Salumeria a Trieste che vendono di tutt come formaggi, vini, ecc. delle confezioni di cestini di formaggio pronti. Mi sono chiesta perchè non farli io!!!!.. e anche meno costosi.  Non sono riusciti molto bene nella forma, era la prima volta che li  facevo ma vi assicuro che erano molto buoni. 
Come di consueto i post di ricette fatte i estate mi fa piacere farvi vedere qualche immagine delle mie vacanze in campeggio.

Queste foto sono del 12 giugno primo pomeriggio da ricordare per parecchio tempo. Siamo stati investiti da una via di mezzo tra tornado e tromba proveniente dal lago Woether, con un vento fortissimo, pioggia e grandine. Il vento fortissimo ha rotto un ramo enorme da un albero sotto la quale si trovava il camper che vedete nell'immagine. Fortunatamente la caduta non ha portato grandi danni ma molto spavento e nessun ferito. Noi eravamo un pò più indietro, subito dopo il secondo camper che si vede libero da rami, ma anche per noi la paura è stata grande. Abbiamo dovuto tenere a mani la struttura della tenda posta davanti al caravan che nonostante fosse saldamente ancorata, sotto questo vento fortissimo e grandine - eh si che noi campeggiamo da oltre ventanni - sembrava un fuscello :( :(
L'altra immagine è di un caravan dietro a noi che ha avuto la tenda, sdraio e altre cose completamente spazzate via: i suoi danni sono stati notevoli anche per la rottura della montatura come si può notare.  Alla sera mi facevano male tutti i muscoli delle braccia per tenere la struttura. ma, non era ancora finita. La sera seguente verso le 24:00 abbiamo avuto di nuovo un fortissimo temporale con grandine grandezza "uova" accompagnato dal solito vento fortissimo del lago. Due aste dal tetto della tenda sono cadute ma fortunatamente la struttura ha tenuto perchè, per fortuna, l'avevamo ulteriormente rinforzata. La prima immagine è la mia tenda/veranda davanti al caravan :)






Ecco la ricetta

Ingredienti per 2 persone
1 carota
1 zucchetta
2 cipolotti
1 peperone
1 melanzana piccola
1 spicchio aglio schiacciato
1 paio di wurstel "servalade" sono piccoli e grossi
125 g di yougurt bianco meglio il greco
2 uova
1 bicchiere piccolo di vino bianco secco 
1 cucchiaio di maionese
olio evo q.b.
120 g di formaggio grana grattugiato
sale - pepe - q.b




Preparazione

Tagliate a piccoli pezzi la salsiccia/wurstel e le verdure. In una padella con un pò d'olio fate rosolare la salsiccia assieme ai cipolotti ed all'aglio. Poi aggiungete le verdure e il vino e alzate la fiamma per falo evaporare e cuocete per circa 5 minuti mescolando continuamnete. Aggiungete un pò di sale, mezzo bicchiere d'acqua e a coperto cuocete a fuoco medio per circa 10-15 minuti. Deve doventare tutto morbido ma non spappolato.

Fate rassodare le uova, immergetele poi in acqua fredda e sgusciatele. Dividete il tuorlo dall'albume rassodato ed in una ciotola schiacciate l'albume assieme ad un pò di olio deve diventare una crema. Aggiungete la maionese. Schiacciate grossolanamente l'albume rassodato e aggiungetelo alla crema assieme al yougurt e mescolate bene.

In un padellino che riscalderete bene, spargete un cucchiaio abbondande di formaggio grattugiato e non appena si rapprende da un lato cercate senza bruciarvi di sollevarlo e metterlo su un bicchiere dal fondo largo cercando di formare un cestino e lasciate che si raffreddi. La stessa cosa per il secondo cestino.

Per l'impiattamente, mettete il cestino sul piatto, riempitelo con il ragù di verdure e completate con la crema all'uovo e yougurt e servite.

A parte il cestino è una ricetta molto semplice.
Buon appetito.

NOTA Affluente

Il wuerstel "servelade " è piccolo e grosso come questo dell'immagine presa dal web
si prestano anche ad essere arrostiti sulla griglia hanno un sapore diverso delle salsicce di Vienna.

Inoltre il ragù di verdure le potete fare con altre che preferite come finocchi, indivia belga che vi darà un sapore amarognolo da cotto (dolce quando crudo), pomodoro ecc.

La crema di uova viene molto usata in Austria alla quale viene aggiunta molta maionese e anche pezzetti di cetrioli ma in questo modo è un pò grassa. Io preferisco farla con lo yougurt possibilmente quello greco che è più compatto.

27/09/17

Crema di patate e basilico con pasta croccante e mozzarella grattugiata

Questa volta il mio diario su IG porta la data dell'11 agosto e il caldo non demorde, ormai sono cotta e stracotta ma andiamo avanti. Meno male che cucino sempre un pò abbondante in modo da non doverlo fare ogni giorno ma basta aggiungere qualcosina e voilà la cena è servita :D
Anche questa volta vi voglio far vedere alcune immagini delle mie vacanze in Austria .



Il giardino interno del local "Zum Augustin" ed il bicchiere della loro birra "Augustin" leggermente ambrata non rossa. Sotto il piatto preferito "zander o sander" dorato, trattasi del "lucioperca" pesce di acqua dolce molto grande e quindi mezza baffa. Accompagnata da verdira saltata, patate arrosto e unsa salsina a base di yougurt e erba cipollina: molto molto buono.


Passiamo quindi alla ricetta.

Ingredienti per 4 persone

300 g di patate già lessate
1 mazzetto di basilico
1 cipolla
1 spicchio aglio
olio q.b.
200 ml di latte
200 ml di acqua
150 gr di pasta cotta anche del giorno prima - meglio
100 g di mozzarella in busta già grattugiata
sale - pepe - q,.b.







Preparazione

Tagliate a pezzi le patate lessate. In una padella dai bordi alti con un pò d' olio  fate appassire la cipolla e l'aglio. Poi aggiungete le patate fatele tostare un pochino e aggiungete il latte e l'acqua e metà del basilico ben tritato, salate e pepate e fate cuocere per una decina di minuti dopodichè frullate il tutto deve diventare una crema. Se vi sembra molto densa aggiungete ancora un pò di latte ed il rimanente basilico spezzettato grossolanamente con le mani, spargete la mozzarella e fate andare ancora per 5 minuti deve filare.

Nel frattempo in una padella con un pò d'olio tagliate la pasta cotta se lunga a piccoli pezzi e fatela arrostire a fuoco medio alto finchè non diventi croccante e salate poco.

Impiattate la crema, aggiungete la pasta croccante e servite subito.

Con questo post partecipo al Party Giveaway per il compleanno dell'amica Silvia "Inartesy"
 

https://inartesy.blogspot.it/2017/09/link-party-giveaway-3-compleanno-blog.html
per il suo blog link diretto cliccando suk suindicato banner
nel caso nin funzionasse lo trovate anche QUI



NOTA Affluente

Potete aggiungere la mozzarella quando già impiattato con la pasta croccante e passarla al microonde funzione crisp per renderla filante anzichè aggiungerla come ho fatto io.

La pasta per renderla veramente croccante ma allo stesso tempo non dura ma morbida è meglio che sia avanzata del giorno prima perchè non ha più il grande contenuto di acqua.

Il basilico può essere tritato fine e aggiunto anche durante gli ultimi minuti di cottura oppure se non piace vedere o mangiarla potete legare il mazzetto in modo che una volta pronta la crema lo potete togliere ma il sapore rimarrà perfetto.


PS. 
  • Come precisato in post precedenti o quelli che seguiranno, questi non seguono le date ma i post sono stati preparati in periodi diversi però ho voluto mantenere le sensazioni ecc. del giorno in cui ho preparato il piatto e in questo IG mi funge da "ricordo".


25/09/17

Königsberger Klopse alias Polpette di Königsberg o polpette prussiane

Dopo questa lunghissima pausa ho deciso di "coccolarvi" con delle ricette , spero un pò inusuali, come queste "polpette". La ricetta ritrovata, era di una mia cara collega nativa proprio dalla città di  Königsberger dove questo piatto è quasi nazionale.  L'ho fatto spesso perchè ha un insieme di sapori particolari ed allo stesso tempo sono leggerissime perchè non vengono fritte ma cotte nell'acqua.


In tedesco le polpette hanno svariati nomi: Frikadellen, Hackbällchen, Klopse e poi possono cambiare nome a secondo del tipo di carne usata. Ad esempio di pollo diventa Huhnhackbällchen perchè pollo in tedesco è Huhn.

Ingredienti per 4 persone
1 piccolo panino raffermo del giorno prima
1 cipolla media
2 filetti di alici sott'olio gradi o 4 piccoli
500 g di carne macinata mista manzo, vitello, pollo o anche di un solo tipo
1 uovo medio
1 cucchiaio da te di senape medio piccante
45 g di farina
45 g di burro
100 g di panna  fresca
30 g di capperi quelli sott'aceto
succo di 1/2 limone se grande altrimento tutto
1 cucchiaino da te di zucchero
prezzemolo


Procedimento
Bagnare il pane raffermo con un pò d'acqua non troppa deve ammorbidirsi non spappolarsi. Tagliate molto sottile la cipolla e tagliuzzare bene i filetti di alici. Eliminare l'eccesso di acqua dal panino.
In una ciotola mettere la carne macinata aggiungere il panino strizzato, la cipolla, le alici, l'uovo, la senape, 1 cucchiaio da tè di sale ed uno di pepe.
Con questo impasto ben amalganato formare delle polpette medie, a me sono venute 21 come vedete dall'immagine.


Mettete sul fuoco una pentola con 2 litri di acqua, 1 cucchiano e mezzo di sale e attendete il bollore prima di aggiungere una alla volta le polpette. Attendete che il bollore riprenda e lasciate cuocere per 12 minuti dal bollore  - deve sobbollire ed a fuoco medio. 
Dopo, prelevate le polpette fatele scolare per bene e dell'acqua di cotture salvate 650 ml.
In una padella fate sciogliere il burro ed aggiungete la farina e poi poco alla volta la panna cercando di non formare grumi e poco alla volta l'acqua di cottura delle polpette. Lasciate cuocere per 5 minuti poi aggiungete tritati i capperi, il succo di limone, sale e pepe q.b. e lo zucchero. Testate se non manca nulla e se la salsa vi sembra troppo densa aggiungete ancora dell'acqua di cottura.


Quanto ritenete sapore e consistenza perfette, aggiungete delicatamente le polpette per riscaldarle assieme alla salsa.
Impiattate subito, spargete un pò di prezzemolo tritato e se vi piace ancora qualche cappero e servite.




Ho ragione che sono originali, leggere e facili da fare ????  Provare per credere.
Buon appetito.


NOTA Affluente

Questo piatto usualmente viene accompagnato da patate semplicemente lessate in acqua salata chiamte "Salzkartoffel". Io non sono amante delle patate bollite e quindi ho messo vicino solo un piatto di verdura fresca mista e del pane molto morbido per fare se volete "la scarpetta".

Alle volte il piatto viene accompagnato anche da barbabietole rosse affettate e semplicemente condite con olio e limone (a me piace l'aceto di mele).


PS.
  • Ritengo che la storia di questa citta Königsberger (Capitale della Prussia di allora) oggi  è conosciuta come Kalinengrad ed appartiene alla Russia. Avevo pensato di raccontarla qui prima della ricetta ma il post diventava troppo lungo per leggere prima di arrivare alla ricetta. Quindi vi racconterò con un post la prossima domenica con un collegamento alla ricetta. Spero di avere deciso per il meglio.

24/09/17

Intermezzo Domenicale Personale !!! ...... Eccomi, pausa finita e si riprende spero alla grande


Vi ringrazio tantissimo per gli auguri e la comprensione che avete avuto nei miei confronti e  vi posso assicurare che ora, il problema tendini e borsite al braccio (parte bicipite) dovuto alla caduta casalinga e l'incrinatura alla spalla sinistra sono rientrati quasi al 100%.
Il nuoto è stato il mio toccasana anche se,   era doloroso muovere le braccia/spalle ma, il farlo senza mai mollare è stato l'artefice del risultato di oggi.  Non ho fatto altre terapie particolari,  non fanno per me, come anche per le mie  intolleranze, cerco di evitare le  medicine tradizionali cosidette allopatiche.
Sto bene, qualche piccolo doloretto ancora con i cambiamenti di tempo ma, con la ripresa in piscina nel prossimo mese conto che entro l'anno tutto sarà tornato come prima.

Io posso solo consigliare che le persone che hanno subito traumi indipendentemente da come, sempre sotto consiglio medico, il nuoto è la miglior cura. Seguite magari un fisioterapista preposto alla ginnastica rieducativa in piscina se non avete pratica per fare da soli. Io ho alle spalle un esperienza di quasi 50 anni avendo praticato  il nuoto anche a livello sportivo con "gare" non agonistiche e quindi so esattamente cosa devo o non devo fare e quindi mi autogestisco.
Non avevo mai considerato prima dell'accaduto, di quanto noi facciamo uso delle nostre braccia e, non possiamo assolutamente tenerle ferme per non sentire dolori, possiamo solo cercare di utilizzare al meglio ed al minimo del movimento richiesto per provvedere al bisogno quotidiano. Sopratutto al mattino, conseguenza dell'immobilità notturna, mi sentivo come mummificata ed alle volte alzarmi, cercando di non utilizzare le braccia per non sentire dolore, era un impresa immane.
Bene. è passata ed ora eccomi qui.

Ho voluto riprendere con un post domenicale parlando di un "invasione" - e poi leggendo capirete quale - di cui ho avuto esperienza personale e diretta, come si dice: ho toccato con mano !!!

Un invasione "marina" non pericolosa per l'uomo ma rovinosa per l'ecosistema dei nostri mari; si sta cercando con studi a cui partecipa una equipe internazionale, una soluzione perchè il problema purtroppo non è solo del  nostro mare.
Chiedo scusa di questa lungo racconto ma era credo  dovuta anche per rassicurarvi sulla mia ritrovata salute.


Grazie della vostra presenza e Buon Proseguimento nel 2017  e Auguri a tutti.



PS. A domani con una ricetta :D :D 


Memento SolonicodiEdvigeDesign byIole